Mondiali Russia 2018: truffe offerte biglietti a basso costo e wi-fi insicuro

Il 14 giugno 2018 debutteranno i Mondiali in Russia 2018 e già è allarme per truffe offerte biglietti a basso costo e il wi-fi insicuro.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Il 14 giugno 2018 debutteranno i Mondiali in Russia 2018 e già è allarme per truffe offerte biglietti a basso costo e il wi-fi insicuro.

L’Ansa, in data 9 giugno 2018, ha lanciato un nuovo allarme riguardante truffe di offerte biglietti a basso costo per i Mondiali 2018 in Russia. Inoltre l’agenzia di stampa comunica di fare attenzione al wi-fi pubblico che potrebbe rivelarsi insicuro. Ecco le info in merito e le truffe online più utilizzate su Paypal e Postepay.

Truffe su offerte biglietti a basso costo Mondiali Russia 2018

Il 14 giugno 2018 debutteranno i Mondiali di calcio 2018 in Russia. In merito a tale attesissimo appuntamento l’Ansa comunica di prestare la massima attenzione alle offerte di biglietti a basso costo in quanto essi potrebbero rivelarsi  tentativi di truffe e phishing. Gli hacker, infatti, con l’aumento del bacino di utenza legato a tale avvenimento, potrebbero aumentare i loro tentativi di truffa mediante messaggi pubblicitari e creando siti ad hoc con gustosissime offerte.

David Gubiani che è il Security Engineering Manager di Check Point Software Technologies, comunica che le varie trappole informatiche in occasione dei Mondiali in Russia 2018 potrebbero essere precedute da campagne pshishing mirate per cui invita tutti gli utenti a prestare la massima attenzione alle offerte della rete. Inoltre l’Ansa comunica che il wi-fi pubblico potrebbe non essere sicuro nelle città nelle quali si svolgeranno le partite.

PayPal e Postepay nel mirino degli hacker: le truffe via web

Nel mese di maggio la Polizia Postale sulla sua pagina Facebook ha invitato gli utenti Paypal e Postepay a prestare la massima attenzione a messaggi fasulli che indicano che la propria carta o il proprio conto sono stati sospesi. Tali messaggi si concludono, poi, con l’invito a cliccare su di un link fasullo per verificare il perché di tale sospensione. La Polizia Postale comunica di non fidarsi mai di tali messaggi ed invita a non aprire tali link.

Se proprio si ha la necessità di verificare se vi siano problemi con il proprio conto Postepay o Paypal il consiglio è quello di accedere alla propria area personale con le proprie credenziali. In questo modo si eviterà di farsi indirizzare da link che potrebbero portare a siti clone. Ricordiamo che i tentativi di truffa non avvengono soltanto tramite e-mail ma anche tramite app di messaggistica come Whatsapp. Il consiglio quindi quale è? Ebbene cestinare immediatamente tali messaggi in quanto né PayPal né Postepay usano tali canali per le comunicazioni ai suoi clienti.

Leggete anche: Vodafone, Wind, Tim e Tre Italia: credito svuotato per colpa della truffa Whatsapp.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Carta di debito e di credito, Truffe