Matrimonio 2016: quanto costa sposarsi?

Il prezzo di un matrimonio diventa sempre più proibitivo per le giovani coppie, vediamo quanto costa sposarsi nel 2016.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Il prezzo di un matrimonio diventa sempre più proibitivo per le giovani coppie, vediamo quanto costa sposarsi nel 2016.

A monitorare quanto costa un matrimonio nel 2016 è l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori stabilendo che i prezzi hanno subito un aumento che si colloca tra l’1 e il 2% rispetto all’anno scorso.   Quanto costa sposarsi nel 2016? Sicuramente troppo per le giovani coppie che devono anche fare i conti con la contrazione del potere di acquisto e con la disoccupazioni a livelli vertiginosi.   Proprio per questo motivo, a sottolinearlo è l’Istat, la tendenza a sposarsi prima dei 35 anni risulta in forte calo poichè si sceglie la convivenza, molto più economica, al matrimonio. Molte coppie che decidono di sposarsi, infatti, sono costrette, per far fronte ai costi sempre più elevati richiesti dal grande giorno, a chiedere un prestito, ma viste le condizioni di lavoro precarie non sempre il finanziamento viene erogato. A questo punto a intervenire è la famiglia che finanzia i giovani sposi nelle spese del matrimonio.   Ma in sostanza quanto costa un matrimonio? Nel 2016 un matrimonio tradizionale, con la previsione di un centinaio di invitati, ha un costo che può variare dal 36.213 ai 60.331 euro, cifre davvero proibitive.   Vediamo come si suddividono tali spese e quanto costa ogni singola voce riguardante il matrimonio. Il 51% della spesa è costituita : pranzo o cena, location, musica e costi Siae. Il 14% viene fagocitato dal look degli sposi tra cui rientrano, oltre ai vestiti anche parrucchieri ed estetisti. L’11% dei costi è rappresentato dalla spesa per il viaggio di nozze che varia dai 3 ai 6mila euro. Il 10% si spende per il servizio fotografico e per il video che immortalano il grande giorno mentre il 9% si spende in bomboniere, fedi, partecipazioni e altre spese accessorie. Il 5%, invece, è destinato agli addobbi floreali di chiesa, ristoranti e casa degli sposi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Curiosità, Risparmiare