Luce e gas: quanto costa cambiare il venditore, si rischia di pagare 2 volte lo stesso consumo?

Due domande che tutti si fanno: quando si cambia il venditore di luce e gas si paga ed è possibile pagare due volte per lo stesso consumo?

di , pubblicato il
Due domande che tutti si fanno: quando si cambia il venditore di luce e gas si paga ed è possibile pagare due volte per lo stesso consumo?

Negli ultimi anni sia in Italia che negli altri paesi dell’Unione Europea è possibile scegliere liberamente con quale venditore sottoscrivere un’offerta di luce o gas in base alle proprie necessità e comparando le offerte proposte sul mercato. Ci si chiede però in vista della fine del mercato tutelato che, salvo proroghe, avverrà a gennaio 2022, quanto costerà cambiare venditore e se si rischierà di pagare due volte lo stesso consumo.

Luce e gas: passaggio ad altro operatore, si rischia di pagare 2 volte il consumo?

Se si passa ad un altro venditore non si rischia di pagare due volte lo stesso consumo e a dirlo è l’Arera, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti ed Ambiente. Il dato della lettura del contatore registrato quando si cambia venditore è lo stesso per cui verrà usato sia dal nuovo venditore per fatturare i consumi dopo il cambio e sua dal vecchio per fatturare i consumi fino alla chiusura del contratto.

Cambiare venditore di luce e gas: quanto costa?

Cambiare venditore di luce e gas non costa nulla comunica sempre l’Arera. L’unica cifra che si potrà spendere sarà quella per gli eventuali costi di sottoscrizione del nuovo contratto come l’imposta di bollo o il deposito cauzionale o un’altro tipo di garanzia qualora ciò sia definito nel contratto.

L’imposta di bollo nel dettaglio sarà dovuta nel caso in cui il contratto non redatto sotto forma di corrispondenza commerciale o redatto sotto forma di corrispondenza commerciale che necessita però della registrazione presso l’Ufficio del Registro.

Per cambiare il venditore, infine, si dovrà soltanto scegliere l’offerta più idonea alle proprie esigenze e stipulare il nuovo contratto a sostituzione del vecchio.

Si occuperà di tutto il nuovo venditore sia del cambio che del recesso al vecchio venditore.

Potrebbe interessarti: Risparmiare fino a 230 euro all’anno di luce e gas si può: ecco come

[email protected]

Argomenti: ,