Libri, un distributore di cultura: ecco dove

Un distributore di cultura, non bevande o merendine, ma libri. Un’idea per far crescere, sviluppare e promuovere il piacere della lettura: ecco dove è stato istallato.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Un distributore di cultura, non bevande o merendine, ma libri. Un’idea per far crescere, sviluppare e promuovere  il piacere della lettura: ecco dove è stato istallato.

Un distributore di libri è stato istallato al centro di Bergamo, in occasione del Festival “Fare la Pace” in partnership con Ivs Italia, azienda leader nel campo della ristorazione automatica con oltre 140.000 distributori gestiti in Italia.

L’azienda presenta un particolare distributore automatico, che non comprende snack e bevande, ma pura cultura, libri per tutti.

Libri: il distributore di cultura

Il distributore di libri, istallato sul Sentierone, nel centro di Bergamo, che dal 27 maggio fino alla metà di luglio erogherà 1000 pubblicazioni delle lezioni magistrali per tutti gli ospiti speciali che hanno partecipato a Bergamo Festival.

Si inizia con la distribuzione delle lectio magistralis del filosofo Michael Rosen dal titolo “Dignità” e del sociologo e filosofo Zygmunt Bauman, “I confini del mondo e le speranze degli uomini“. Successivamente saranno pubblicati anche gli interventi di Enrico Letta, ex Premier “I dolori della giovane Europa” e di Wolfgang Streeck, sociologo tedesco di fama mondiale “Il capitalismo sta per finire“, questi libri  fanno parte della collana di pubblicazioni di Bergamo Festival “Fare la Pace“.

Libri: da chi è organizzata l’iniziativa?

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Comune di Bergamo, Sergio Gandi, vice sindaco del Comune di Bergamo spiega: “si tratta di uno strumento originale e innovativo che segna l’inizio di un percorso virtuoso che trasforma i distributori di bevande in distributori di cultura” “avvicinare le persone, soprattutto le più giovani alla lettura non è impresa facile e il distributore cultura può essere una soluzione per rendere meno distanti i libri e probabili lettori. In questa occasione sarà possibile trovare le pubblicazioni di Bergamo Festival e in futuro il distributore potrebbe essere messo a disposizione per la diffusione di libri e iniziative editoriali degli altri enti culturali della città”.

Banca Popolare di Bergamo sostiene il progetto editoriale di Bergamo Festival, il direttore Osvaldo Ranica, spiega che il progetto è di enorme importanza per far crescere, sviluppare e promuovere nei giovani la riscoperta dei valori etici, un importante iniziativa per diffondere cultura, valori e strumenti educativi tra le nuove generazioni.

Leggi anche:

Abolire l’Imu per creare librerie

Biblioteche innovative per tutti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Risparmio, Curiosità