Le 4 regole per risparmiare sul conto corrente

Risparmiare sul conto corrente si può: ecco come.

di , pubblicato il
Il 2021 è iniziato bene per i risparmiatori della Veneto Banca e della Banca Popolare di Bari. L’ACF ha riconosciuto il risarcimento del danno a favore di 14 risparmiatori.

Il conto corrente è uno strumento indispensabile per gestire i propri risparmi siano essi elevati o piccoli. Alcune tipologie di conti hanno costi e commissioni non proprio minime che sommate di mese in mese alla fine dell’anno generano costi altini.  Per questo in molti si chiedono come risparmiare: ecco allora 4 regole da seguire.

Le prime 3 regole per risparmiare sul conto corrente

La prima regola da seguire per risparmiare sul conto corrente sarà quella di controllare bene dove si effettuano dei prelievi. Alcuni conti, infatti, prevedono delle commissioni che possono essere anche di 2 euro ad operazione ogni volta che se ne effettua una da una Banca diversa dalla propria. Il consiglio? Quello di controllare con attenzione le condizioni inserite nel contratto. Bisognerà inoltre capire se vi è un costo quando si preleva fino ad una certa cifra (per alcune banche infatti sotto la soglia di 100 euro si paga una commissione).

La seconda regola da seguire per risparmiare sul conto corrente sarà quella di non andare mai in rosso. Questo perché poi si generano dei costi elevati. Invece di ritrovarsi in una situazione simile, sarà meglio chiedere un prestito che sicuramente darà più vantaggi in termini economici.

La terza regola da seguire sarà quella di non utilizzare lo sportello tranne ovviamente in casi eccezionali. Alcuni conti, infatti, prevedono delle operazioni molto care allo sportello per cui risultano essere un vero e proprio salasso per chi cerca in tutti i modi di risparmiare. Utilizzando la home banking si potranno effettuare tutte le operazioni in maniera sicura, veloce ed economica. Il consiglio, come per il prelievo, sarà quello di controllare sempre prima le condizioni contrattuali.

L’ultima regola per risparmiare sul conto corrente

La 4 ed ultima regola che è la più importante sarà quella di leggere attentamente le condizioni previste dal contratto al momento dell’apertura del conto corrente. In questo modo si sottoscriverà un prodotto consono alle proprie esigenze e non si rischierà di effettuare operazioni che possano generare costi non voluti.

Prima di scegliere un conto corrente si dovrà controllare con attenzione qual è il canone mensile (se c’è, alcuni conti come quelli online sono gratuiti) e sapere che vi è un’imposta di bollo da sostenere annuale che è di 34,20 euro se la giacenza media annua supera i 5 mila euro.

Il suggerimento sarà quindi quello di controllare ogni mese l’estratto conto per evitare che vi siano eventuali clonature della carta e per monitorare tutti i costi effettivi. Inoltre si dovrà controllare fin da subito se per i bonifici vi sono dei costi da sostenere in quanto alcune Banche applicano commissioni che possono arrivare fino a 8 euro. Ovviamente il consiglio sarà anche quello di comparare le diverse offerte di conto corrente per scegliere quello più consono alle proprie esigenze.

Potrebbe interessarti anche:  Risparmi sul conto corrente: occhio alla tassa occulta

[email protected]

Argomenti: ,