La Esselunga lancia la sfida ai rincari e abbassa i prezzi sulla spesa base dei clienti

Rincari di energia e di prodotti di prima necessità come pane e pasta, la Esselunga decide di aiutare i clienti con prezzi bassi sulla spesa base.

di , pubblicato il
esselunga prezzi

Si tratta di una vera e propria ondata di rincari. Non solo le materie prime e l’energia, ma anche prodotti alimentari (e non solo) di prima necessità, su tutti pane e pasta. La Esselunga decide di andare in assoluta controtendenza e, a partire da giovedì 11 novembre 2021, i prezzi di molti prodotti di base, quelli che rappresentano il carrello della spesa degli italiani, sono scesi per venire incontro alle esigenze dei consumatori.

I prodotti che Esselunga ha deciso di mettere in offerta contro i rincari

Il carovita sale? Noi abbassiamo i prezzi”. Quello che sembra soltanto uno slogan rappresenta la politica che Esselunga ha deciso di mettere in campo in questo periodo di rincari. La famosa catena di supermercati ha infatti deciso un paniere di circa 1500 prodotti che vedranno abbassarsi i prezzi di circa il 6% 8in media). Si va dalla pasta al riso, passando per passate, olio e prodotti di base per l’igiene. L’iniziativa è valida a partire da giovedì 11 novembre e riguarda tutti i canali di vendita, dunque sia i negozi fisici sia la vendita online.
Nel momento in cui l’industria lamenta rincari enormi per quanto concerne le materie prime, da quelle energetiche al grano, passando per sapone e lattine per le conserve, Esselunga lancia una sfida, con un impegno economico di un certo rilievo, per abbassare i prezzi dei prodotti di prima necessità.

Martina Caprotti, presidente del board di Esselunga, e Gabriele Villa, nuovo manager del gruppo, hanno preso questa decisione perché “è venuto il momento di agire per sostenere i clienti i cui consumi rischiano di finire sotto pressione”. Si tratta di un messaggio molto forte a tutta la filiera che coinvolge industrie e distribuzione: occorre aprire un dialogo in un momento di grande tensione sui mercati.


Esselunga sottolinea che non si tratta di una campagna promozionale a scadenza, ma di una scelta che durerà tutto il tempo che ci vorrà per superare la fase dei rincari. A farsi carico del taglio dei prezzi sarà lo stesso gruppo, che con 8,4 miliardi di fatturato rappresenta indubbiamente una delle catene più forti sul mercato.
Leggi anche:  È possibile risparmiare 1700 euro se si scelgono i migliori supermercati e discount, quelli dove si risparmia di più
[email protected]

Argomenti: ,