La benzina è sempre più cara? Come risparmiare con lo stile di guida: trucchi e consigli

Il consumo di benzina dipende da tanti fattori, ma fondamentale è lo stile di guida che si adotta. Ecco consigli e trucchi su come risparmiare.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Il consumo di benzina dipende da tanti fattori, ma fondamentale è lo stile di guida che si adotta. Ecco consigli e trucchi su come risparmiare.

L’Italia è uno dei paesi europei in cui la benzina costa di più in assoluto: soprattutto per chi va a lavoro quotidianamente e sfrutta molto l’auto, trovare il modo di risparmiare può essere molto utile. Seguendo dei semplici consigli e trucchi, si può ridurre il consumo addirittura del 30%, partendo dal presupposto che ogni vettura ha un suo regime. Fondamentale risulta essere lo stile di guida: con pochi accorgimenti è possibile ridurre di molto gli sprechi. Ecco una guida semplice e diretta.

Benzina, come risparmiare con lo stile di guida

Iniziamo immediatamente dal consiglio più importante: occorre evitare uno stile di guida fatto di grandi accelerazioni e brusche frenate. Fondamentale è dosare al meglio il livello delle marce, cercando di cambiare sempre al momento opportuno: sia quando “si tirano” troppo sia quando si innesta una marcia troppo in anticipo, il motore va sotto sforzo e necessita di maggiore quantità di iniezione di carburante. Uno stile di guida fluido e armonioso deve essere accompagnato anche da altre precauzioni: quando si parte, ad esempio, si può evitare di accelerare troppo alzando con maggiore lentezza la frizione e quando si è in salita è sempre utile (in vista del risparmio) usare il freno a mano; quando si frena, si può utilizzare il freno motore scalando la marcia e sollevando lentamente la frizione; infine, è stato sfatato definitivamente il mito della ‘discesa a folle’, l’afflusso di carburante è sempre attivo e la pericolosità è maggiore.

E poi c’è il nodo della velocità. Il consiglio è di mantenerla costante e moderata: si è calcolato che viaggiando a una velocità di 120 km/h sull’autostrada (invece che 130 km/h) si risparmia un litro di benzina ogni 100 km. Importante, soprattutto ad alte velocità, è la chiusura dei finestrini che oppongono molto attrito e accrescono i consumi: in questo senso, è addirittura preferibile, in piena estate, l’uso (moderato) del condizionatore.

Come risparmiare benzina: motore, pneumatici, climatizzatore, manutenzione

Ma non è tutto. Per risparmiare carburante e benzina, ecco altri consigli e trucchi utili:

  • Spegnimento motore: durante le soste lunghe più di un minuto (ad esempio quando si è bloccati nel traffico o si attende una persona), spegnere il motore è sempre utile per risparmiare benzina
  • Pneumatici: fondamentale è controllare la pressione e fare in modo che sia in linea con quanto previsto dal costruttore (quando è inferiore, le ruote hanno più attrito e il motore lavora di più) – si calcola che una pressione inferiore di appena 0,5 bar fa salire i consumi del 2,4%
  • Climatizzatore: rappresenta un fattore di consumo molto importante – si calcola che con il suo utilizzo, in città si consuma il 25% in più, in autostrada il 10%; quando si è in strade ad alta percorrenza (autostrade) può essere conveniente, se usato in maniera moderata, rispetto ai finestrini aperti (come spiegato poco sopra), mentre in città sarebbe sempre preferibile l’apertura dei finestrini
  • Manutenzione: un consiglio utile può essere quello di sottoporre il veicolo a revisioni regolari, soprattutto per quanto concerne il livello dell’olio del motore e la pulizia dei filtri dell’olio e dell’aria

Con questi accorgimenti, si calcola che il risparmio di benzina possa arrivare addirittura al 30%. Insomma, l’unico modo per combattere i continui rincari nei costi del carburante.

Leggete anche: Come risparmiare per i figli: non solo libretti, ecco tutte le novità del settore.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Automobili, Carburanti, Quattroruote, Risparmiare