Investire in oro fisico e finanziario, è il momento di farlo?

Investire in oro: come, quando e quali rischi presenta.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Investire in oro: come, quando e quali rischi presenta.

Da secoli, anzi millenni, l’oro è un bene d’investimento per l’uomo, perché è universalmente accettato come asset di valore presso tutte le culture e nel tempo. Grazie anche alla sua produzione limitata, la caratteristica di questo bene risiede nel fatto di riuscire non solo a mantenere il suo prezzo nel corso degli anni, ma persino di incrementarlo. Per questo, esso è considerato un rifugio per il mercato nei momenti di crisi, nonché per la tutela del potere d’acquisto della moneta. Ma come si fa ad investire in oro? E quale sarebbe il momento più opportuno? E quali rischi presenta un simile investimento? Rispondiamo alle domande una alla volta. Per investire in oro “fisico”, è sufficiente recarsi in una gioielleria e richiedere uno o più lingotti, partendo anche da pezzi dal minimo di un grammo. Il prezzo di acquisto dipende dalle contrattazioni quotidiane, oltre che dal cambio euro-dollaro, perché l’oro si vende e si compra sui mercati internazionali in dollari.

L’alternativa degli Etc

Una volta acquistato, il metallo può essere detenuto a casa, ma con il rischio di furto da non sottovalutare, oppure portato in consegna presso una cassetta di sicurezza in banca, chiaramente dietro il pagamento di una commissione periodica, che rappresenta un costo di “affitto”. Attenzione: l’oro e gli altri beni depositati presso le cassette di sicurezza di una banca vengono restituiti sempre, anche nel caso di fallimento dell’istituto, perché restano di proprietà del cliente. La banca opera da semplice locatore. Esiste un’alternativa alla detenzione dell’oro fisico, ovvero l’investimento in oro finanziario, attraverso l’acquisto di quote di Etc, fondi che replicano esattamente il prezzo del metallo. Alcuni di essi possiedono fisicamente la stessa e identica quantità di oro equivalente alla somma del valore delle quote. Si consiglia vivamente di investire in questi ultimi.      

Quando comprare oro

Ogni quota corrisponde a un decimo di un’oncia, che è il peso di contrattazione del metallo, corrispondente a 31,1 grammi. Dunque, per acquistare il valore di un’oncia di oro bisogna comprare una quota. Problema: a differenza dell’acquisto di oro fisico, l’investimento in oro finanziario comporta il pagamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie, pari al 26% della plusvalenza realizzata. Quale sarebbe il momento opportuno per investire in oro? In teoria, quando il prezzo del metallo è basso. Ciò è possibile sia perché il valore delle quotazioni per oncia è diminuito rispetto ai mesi o anni precedenti, sia anche quando il dollaro è relativamente debole contro l’euro. A tale proposito, però, si consideri che le quotazioni del metallo tendono a rafforzarsi con l’indebolimento del dollaro e viceversa.

Occhio al rischio cambio

Dunque, in una fase come quella attuale, pur in assenza di inflazione, l’acquisto di oro potrebbe diventare appetibile, nonostante il dollaro sia già oggi forte rispetto all’euro (in meno di 2 anni ha guadagnato quasi il 25%), perché le quotazioni (in dollari) del metallo sono scese di un terzo rispetto al picco toccato nel settembre del 2012. Inoltre, in previsione di una molto probabile accelerazione dell’inflazione negli USA e nelle altre economie avanzate, come l’Eurozona, la corsa all’oro potrebbe spingerne i prezzi. I rischi di un simile investimento sono sostanzialmente legati all’effetto cambio. Se il dollaro dovesse indebolirsi nei prossimi mesi o anni contro l’euro, è chiaro che il valore delle quotazioni dell’oro nella divisa europea tenderebbe a diminuire. Si consiglia, infine, di puntare sul metallo solo in un’ottica di lungo periodo, perché le soddisfazioni nel breve termine potrebbero essere poche o inesistenti. L’oro è, invece, un investimento storicamente imbattibile nel corso dei lustri o dei decenni.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Investimento, News Risparmio, Investimenti