Investire i propri risparmi: le regole d’oro

Ecco alcune regole d'oro per investire i propri risparmi.

di , pubblicato il
Ecco alcune regole d'oro per investire i propri risparmi.

In molti desiderano investire i propri risparmi per poter ricavare poi un bel gruzzoletto da utilizzare magari per fare una bella vacanza o magari per realizzare un sogno nel cassetto. A prescindere dall’investimento che si vorrà fare, ecco alcune regole d’oro che si dovranno tenere bene a mente per stare sereni e non rischiare di perdere il proprio capitale.

Le regole per investire i propri risparmi

La prima regola da tenere a mente quando si vogliono investire i propri risparmi è la corretta informazione. Quest’ultima, infatti, aiuterà a scegliere l’investimento più consono alle proprie esigenze. Molti infatti non conoscono le regole dell’investimento finanziario per cui vanno incontro a rischi. Capire però come funziona, magari con l’aiuto di un esperto del settore, sarà un buon punto di partenza.

Si dovranno poi fissare degli obiettivi ragionevoli facendosi magari aiutare anche in questo caso da uno sportellista bancario o da un consulente finanziario qualora non si voglia agire indipendentemente. Inoltre sarà importante scegliere un investimento sicuro o quanto meno uno che tenga il proprio capitale al sicuro da rischi troppo elevati.

Investire si sa può sempre comportare dei rischi ma scegliendo dei determinati prodotti il rischio diventa contenuto. Le asset class ovvero le classi di investimenti finanziari che si distinguono in base a delle peculiarità sono ad esempio un’idea. Quelle nelle quali confluiscono i maggiori investimenti sono le materie prime, le azioni, le obbligazioni, la liquidità e la componente monetaria.  Ovviamente i rendimenti sono diversi a seconda della classe scelta. Un portafoglio di investimenti bilanciato consentirà di ottenere dei buoni risultati con rischi contenuti.

Investire i propri risparmi: alcune regole da tenere a mente

Un’altra regola per investire i propri risparmi è quella di pensare al lungo termine. Una persona giovane, che vuole investire 10 mila euro, ad esempio, sa di poter contare su di un orizzonte temporale di lungo termine che permetterà così al capitale di crescere. Investendo per un periodo di 5 anni si guadagnerà sicuramente di più che investendo il proprio capitale soltanto per 1 anno.

E ancora, quando si investe si dovrà essere prudenti e si dovrà partire da piccole cifre per poi aumentarle nel futuro. E infine, si dovranno tagliare i costi di gestione. Ogni euro che si riuscirà a guadagnare e non sarà speso in commissioni potrà essere utilizzato come capitale di investimento e reinvestito. Quindi, qualora si abbia la possibilità di investire anche una piccola somma di denaro, l’ideale è farlo in prodotti flessibili grazie ai quali nonostante il rendimento modesto si potranno erodere quasi del tutto i costi di gestione.

Leggete anche: Investire i propri risparmi senza rischi si può grazie ai bfp, ai piani di accumulo e ai conti deposito.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.