Investire o co-investire in energie rinnovabili, ecco come funziona

Ecco quanto rendono gli investimenti in impianti di energie rinnovabili.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Ecco quanto rendono gli investimenti in impianti di energie rinnovabili.

Una valida alternativa agli investimenti tradizionali è quella di investire in energie rinnovabili, ovvero in impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, investimento che offre tassi di rendimento superiori al 10% e mette il capitale a disposizione della produzione di energia pulita.

La convenienze di tali investimenti è stata relazionati da importanti società di analisi degli investimenti.

I rendimenti ottenibili dagli investimenrti realizzati nella costruzione di una centrale di produzione di energia rinnovabile possono variare dall’8 al 25% in base alle tecnologie utilizzate e a quale tariffa l’impianto può ottenere.

Una delle aziende che permette questo tipo di investimenro è la e.eco srl energyexpert che investe nelle centrali di produzione di energia elettrica alimentata da fonti rinnovabili (impianti fotovoltaici tradizionali e a concentrazione HCPV e LCPV). Per investire con questa società è richiesta la partecipazione al capitale della Società di progetto il cui unico fine sociale è la gestione dell’impianto di produzione. Per partecipare all’investimento è richiesta una partecipazione minima del 20% del costo di costruzione che oscilla tra i 300 e i 600mila euro). Il numero massimo dei coinvestitori consentito è di 5.

Nel marzo del 2015 la National Bank di Abu Dhabi ha pubblicato un report in cui si spiegano le dieci ragioni per cui investire nelle energie rinnovabili è un’ottima idea. “E’ chiaro ormai che le fonti rinnovabili saranno parte del mix energetico globale”, scrive Alex Thursby, amministratore delegato di NBAD. “I governi di tutto il mondo, compresa la regione del Golfo, stanno mettendo a punto le rispettive ambizioni per la decarbonizzazione delle loro economie, e il dibattito globale sull’energia non è mai stato più intenso”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Investimento, Investimenti