Ing, Banco Bpm e Intesa Sanpaolo premiate per innovazione nei servizi bancari

Banca Ing, Banco Bpm e Intesa Sanpaolo sono state premiate nell'undicesima edizione del concorso Abi per "l'innovazione nei servizi bancari".

di , pubblicato il
ibl banca bancomat

Ing, Banco Bpm e Intesa Sanpaolo sono state premiate nell’undicesima edizione del concorso Abi per “l’innovazione nei servizi bancari”. Esattamente i premi arrivati sono nelle categorie sostenibilità, emergenza Covid e cliente corporate. Intesa Sanpaolo in più si è aggiudicata altri due premi da Global Capital. Il primo come most impressive financial institution issuer of capital. Il secondo come most impressive financial institution funding official. Ecco maggiori dettagli in merito.

Innovazione nei servizi bancari: al top Ing, Bpm e Intesa Sanpaolo

Nell’undicesima edizione del concorso Abi per innovazione nei servizi bancari nella categoria cliente Corporate si è distinta Intesa Sanpaolo. Ha presentato il progetto “Il nuovo modello Relazionale Digitale” dedicato alla clientela aziende-business. Nella categoria Emergenza Covid il primato è di banca Ing con il progetto ” Smart Working super-flessibile e approccio di caring autentico”. Infine nella categoria sostenibilità ha vinto banco Bpm con l’offerta di mutui con il “green factor”.

Quest’ultima proposta dà la possibilità di ricevere un sconto sul tasso di interesse se quando si ristruttura la casa si migliora la prestazione energetica. Si riducono quindi emissioni e consumi di anidride carbonica. Il green factor si può attivare per tutta la durata del mutuo purché si dimostri che la casa, una volta ristrutturata, abbia guadagnato due classi energetiche oppure vi sia stato il risparmio del 30% dei consumi.

Ing, Banco Bpm e banca Intesa Sanpaolo: le proposte 

Bpm ha promosso il green factor per quanto concerne i mutui mentre la Ing lo smart working super flessibile. Quest’ultimo ha fornito la massima flessibilità di scegliere come alternare il lavoro da remoto/presenza con il diritto alla disconnessione in determinate fasce orarie.

In questo modo i lavoratori hanno trovato un giusto equilibrio tra vita professionale e privata. Inoltre per loro c’è stato un contributo economico mensile in welfare ed un rimborso per l’acquisto da smart worker professionista. Non è finita. La Ing ha avviato anche una copertura sanitaria in aggiunta in caso di contagio da Covid-19 ed un premio più alto “previsto dal Decreto Cura Italia” per coloro che sono dovuti andare per forza in ufficio. Infine i dipendenti hanno avuto supporto psicologico, momenti di socialità sia in presenza che in chat e c’è stato uno sportello di contatto per colleghi in difficoltà economica.

Intesa Sanpaolo, infine, è riuscita negli obiettivi strategici di funding. L’esempio è la collocazione a giugno dello scorso anno di uno dei pochi subordinati in sterline emessi da Istituto (Gbp 350 milioni) riuscendo ad ottenere la cedola più bassa di sempre. A settembre, invece, i risultati sono arrivati con l’obbligazione At1 mentre a febbraio con le obbligazioni Senior Non preferred.

Leggi anche:  Prelievi Bancomat: cosa potrebbe cambiare e le novità Ing dal 1° luglio 2021
[email protected]

Argomenti: ,