Incidenti stradali: morti in aumento per Selfie e messaggi

Incidenti stradali, aumentano quelli mortali, sotto accusa selfie e messaggi. L'ACI lancia la campagna di sensibilizzazione #guardalastrada

di Angelina Tortora, pubblicato il
Incidenti stradali, aumentano quelli mortali, sotto accusa selfie e messaggi. L'ACI lancia la campagna di sensibilizzazione #guardalastrada

Diminuiscono gli incidenti stradali del -2,9%, ma aumentano dell’+1% quelli mortali. La causa principale delle distrazione alla guida è lo smartphone, messaggi e selfie sono sotto accusa.
Per questo motivo l’ACI lancia #guardalastrada, la campagna di sensibilizzazione sui social contro le distrazioni alla guida legate all’uso dei cellulari, dedicata in particolare ai giovani tra i 18 e i 29 anni .

Incidenti stradali: #mollastotelefono e #guardalastrada

La campagna di sensibilizzazione dell’Aci “Molla sto telefono e guarda la strada” vede come testimonial dell’iniziativa l’attore Francesco Mandelli, mentre otto tra ministri e Sottosegretari hanno già aderito e postato selfie con la maglietta della campagna.

Il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, dichiara: “quando guidate a cento all’ora chiudete gli occhi per alcuni secondi? Non credo proprio, eppure è quello che accade quando prendiamo il telefono mentre stiamo al volante. Per decine, centinaia di metri l’auto è senza vero controllo e questo comportamento è diventato una delle prime causa di incidentalità, troppo spesso mortale”.

Sicurezza stradale: Aci lancia la campagna #guardalastrada

La campagna di sensibilizzazione lanciata dall’ACI “guardalastrada”, è completamente innovativa, per modalità di diffusione linguaggio e originalità, rivolta alla nuova generazione, i ragazzi tra i 19 e i 29 anni. Ludovico Fois, consigliere per le relazioni esterne e gli affari istituzionali Aci, ha spiegato che “ l’obiettivo è di raggiungere direttamente circa 3.000.000 di giovani: per questo un hashtag che per la prima volta in Italia usa gli emoticon, per questo la scelta di un testimonial così amato dai ragazzi, per questo l’uso esclusivo dei media digitali”.

Con la campagna #guardalastrada Aci intende anche contribuire al grande obiettivo europeo di riduzione degli incidenti mortali del 50% entro il 2020.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tutela consumatori, Polizze auto, Quattroruote