Incentivi auto da record a Milano per sostituire il proprio veicolo: ecco per chi e come riceverli

Da Comune di Milano contributi fino a 1.800 euro per acquistare veicoli a basso impatto ambientale.

di , pubblicato il
Da Comune di Milano contributi fino a 1.800 euro per acquistare veicoli a basso impatto ambientale.

C’è un maxi piano di mobilità sostenibile per la ripartenza milanese. Chi vorrà cambiare il proprio veicolo (sia esso un privati o un’impresa) potrà contare su grossi incentivi e questo per stimolare la mobilità a basso impatto ambientale. In questo modo il Comune di Milano cerca di rispondere all’esigenza di chi cerca delle alternative all’utilizzo dei mezzi pubblici nei quali vige ancora la regola del distanziamento fisico tra le persone a causa dell’emergenza da Covid-19.

I contributi che verranno concessi, poi, si potranno anche cumulare con le agevolazioni concesse dallo Stato senza alcuna limitazione legata al modello Isee. Ecco le prime informazioni in merito, per chi saranno gli incentivi e come fare per riceverli.

Chi potrà richiedere i contributi e per cosa

I contributi potranno essere richiesti da tutti i cittadini maggiorenni senza limitazioni legate al modello Isee ed in più i fondi saranno destinati anche alle micro, piccole e medie imprese e non solo. Anche dai lavoratori autonomi con partita Iva che risiedono a Milano, dalle imprese artigiane (non di Milano purché abbiano una licenza rilasciata dal Comune di Milano per l’esercizio della vendita su luoghi pubblici) e da enti del terzo settore.

Il bando non c’è ancora ma verrà pubblicato a breve. Si legge sulla pagina del Comune di Milano che ci sarà la possibilità per i privati di ottenere un contributo fino a 1.800 euro per l’acquisto dello scooter e di 1.500 euro per le bici elettriche o le ibride senza alcun obbligo di rottamazione. Inoltre, il contributo per lo scooter arriverà fino a 3 mila euro nel caso in cui ci sia rottamazione o per coloro che non possiedono un veicolo da almeno 4 mesi.

Per poter accedere ai contributi per acquistare autoveicoli ibridi, bifuel, benzina euro 6 ed elettrici i privati dovranno provvedere contestualmente alla rottamazione di un mezzo fino a Euro 5 diesel e fino a Euro 2 benzina. I contributi arriveranno fino a 6 mila euro per l’acquisto di un automobile ibrida.

Le imprese e le agevolazioni

Le imprese potranno accedere alle agevolazioni per acquistare fino a 5 veicoli per il trasporto delle persone o commerciali: dall’autocarro al semplice furgoncino e dal pulman all’autovettura. Viene fatto l’esempio della sostituzione del furgone il cui contributo andrà dai 6,6 mila euro ai 16.200 euro a seconda della categoria. Nel caso del camion, poi, il contributo arriverà fino a 20 mila euro.

Tali agevolazioni saranno concesse ai chi contestualmente provvederà alla demolizione di un veicolo delle categorie N1, N2, N3, M1, M2 e M3 a benzina fino ad euro 2/II incluso o diesel fino ad euro 5/V incluso. In alternativa di un motoveicolo o ciclomotore (categoria L) a due tempi fino a euro 2 oppure con un’alimentazione a gasolio fino a euro 2 o con quella a benzina a quattro tempi Euro 0, 1.

La tempistica

I contributi saranno disponibili da quando il bando verrà pubblicato sul sito del Comune di Milano e fino all’esaurimento dei fondi disponibili in ogni caso non oltre il 30 novembre 2020. Sarà possibile presentare la domanda per l’acquisto del veicolo effettuato a partire dal 4 maggio scorso mentre gli incentivi saranno erogati soltanto una volta per 1 solo veicolo nel caso di privati. Nel caso di imprese 1 sola volta fino a 5 veicoli a scelta.

La tabella dei contributi

Ecco la tabella dei contributi:

  • Auto elettrica 9.600 euro: contributo pari al 60% del costo totale (esclusi IVA e messa in strada) con obbligo di rottamazione,
  • Auto ibrida (Benzina/Elettrico – Diesel/Elettrico) 6.000 euro: contributo pari al 60% del costo totale (esclusi IVA e messa in strada) con obbligo di rottamazione,
  • Auto metano, benzina/metano 5.000 euro: contributo pari al 50% del costo totale (esclusi IVA e messa in strada) con obbligo di rottamazione,
  • Auto Gpl, benzina/Gpl 5.000 euro: contributo pari al 50% del costo totale (esclusi IVA e messa in strada) con obbligo di rottamazione,
  • Auto benzina euro 6 4.000 euro: contributo pari al 50% del costo totale (esclusi IVA e messa in strada) con obbligo di rottamazione,
  • Moto scooter/elettrica o ibrida 3.000 euro: contributo pari al 55% del costo totale (esclusi IVA e messa in strada) con obbligo di rottamazione oppure non si dovrà aver posseduto il veicolo da almeno 4 mesi dalla data di pubblicazione del bando,
  • Moto scooter elettrica o ibrida 1.800 euro: contributo pari al 40% del costo totale (esclusi IVA e messa in strada) senza obbligo di rottamazione,
  • E Bike o Cargo Bike 1.500 euro: contributo pari al 60% del costo totale (IVA esclusa) senza obbligo di rottamazione.

Potrebbe interessarti anche: Incentivi auto Decreto Rilancio: ecco quali modelli si potranno acquistare con l’ecobonus

[email protected]

Argomenti: ,