In tempi di incertezza economica come investire il proprio denaro in Poste: bfp e libretti

Gli italiani preferiscono la sicurezza al rischio per cui scelgono prodotti come i buoni fruttiferi postali e libretti postali.

di , pubblicato il
Gli italiani preferiscono la sicurezza al rischio per cui scelgono prodotti come i buoni fruttiferi postali e libretti postali.

Quelli che stiamo vivendo sono dei tempi di incertezza economica ed i tassi di interesse per chi vuole investire il proprio denaro sono bassi un po’ ovunque. Poste Italiane offre vari prodotti per quasi tutte le esigenze finanziarie con rendimenti non alti ma sicuri e proprio per questo sono tra i preferiti dagli italiani. Questi ultimi, infatti, preferiscono la sicurezza al rischio per cui scelgono prodotti come i buoni fruttiferi postali e libretti postali.

I prodotti di Poste Italiane

Il punto di forza del risparmio postale è sicuramente la grande varietà di strumenti adatti per tutte le esigenze tra cui i buoni fruttiferi postali e i libretti. I primi sono il prodotto di investimento più conosciuto ed apprezzato. Sono infatti emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e garantiti dallo Stato Italiano. Sono molto amati anche perché non hanno costi né di rimborso, né per la sottoscrizione e nemmeno per la gestione a differenza di altri titoli come i Bot ed i Btp per i quali è necessario sostenere dei costi sia per la sottoscrizione che per la custodia. Sono molto apprezzati anche perché hanno una tassazione agevolata al 12,50% invece di un’aliquota ordinaria al 26% e poi perché sono esenti dal pagamento dell’imposta di successione.

I buoni fruttiferi postali possono essere emessi in tagli a partire da 50 euro e multipli di tale cifra. Quelli in commercio sono di vario tipo e con tasso diverso in base al vincolo e alla durata. Attualmente quelli disponibili sono:

  • i bfp ordinari per chi desidera investire fino a 20 anni con rendimento annuo alla scadenza che arriva fino allo 0,90%. Con essi è possibile contare su rendimenti fissi crescenti e gli interessi sono riconosciuti già dopo 1 anno dalla sottoscrizione,
  • i bfp 3×2 sono quelli per chi desidera investire fino a 6 anni e si ha flessibilità di rimborso già dopo tre anni.
    Il rendimento annuo lordo a scadenza arriva allo 0,35%,
  • i bfp 3×4 sono i titoli ideali per chi vuole investire fino a 12 anni contando su rendimenti fissi crescenti: il rendimento annuo lordo a scadenza, infatti, arriva fino all’1%. La flessibilità di rimborso avviene già dopo 3,6 e 9 anni ed infine
  • i buoni 4×4 prodotto ideale per chi vuole investire fino a 16 anni con rendimento annuo lordo a scadenza che arriva fino all’1,25%. C’è flessibilità di rimborso dopo 4, 8 e 12 anni.

Libretti Postali

I libretti di risparmio postale sono uno tra gli strumenti più antichi di Poste Italiane. Equivalgono infatti ai libretti di risparmio bancario ma come i bfp sono emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e garantiti dallo Stato Italiano. Essi devono essere per forza nominativi in quanto nel 2017 è stata abolita la tipologia al portatore e servono per versare in deposito una qualsiasi cifra.

I libretti possono essere sottoscritti in forma cartacea (quella tradizionale) nonché in forma dematerializzata ed in questo caso Poste fornisce una carta libretto per prelevare e versare mediante gli sportelli del circuito Postamat. Tra i più gettonati ci sono il libretto ordinario e quello smart. Con quest’ultimo si potrà aderire all’offerta supersmart grazie alla quale accantonando minimo 1.000 euro per 90 giorni si avrà un tasso annuo lordo a scadenza dello 0,30%. Con l’offerta Supersmart 360 giorni, invece, con un accantonamento minimo di 1.000 euro per 360 giorni si avrà un tasso annuo lordo a scadenza dello 0,40%.

Leggete anche: Buoni fruttiferi postali: differenze, caratteristiche e tassi dei 3×2 e 3×4.

[email protected]

Argomenti: , ,