Imparare a risparmiare con il metodo del barattolo: quanto mettere da parte

Risparmiare: si può imparare? Ecco la regola dei sei barattoli per capire quanto destinare ad ogni aspetto della vita: cultura, divertimento, regali etc.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Risparmiare: si può imparare? Ecco la regola dei sei barattoli per capire quanto destinare ad ogni aspetto della vita: cultura, divertimento, regali etc.

La parte più difficile di imparare a risparmiare consiste nel capire quale percentuale di denaro destinate alle diverse voci di spesa. Secondo Harv Ecker, inventore di questo curioso metodo, bastano sei barattoli per regolarsi e distribuire in maniera ottimale le proprie risorse economiche. Se a fine mese vi accorgete puntualmente di aver amministrato male le vostre finanze, prendete sei barattoli di vetro e leggete come funziona questo metodo molto semplice per imparare a risparmiare.

I sei barattoli del risparmio: ecco come riempirli

Nella vita di ognuno di noi una percentuale piuttosto alta di soldi se ne va per i beni di prima necessità. E su questa voce spesso tagliare è difficile. Secondo questa formula bisogna considerare che circa il 55% del proprio budget finisce in tasse, cibo, bollette e altre spese domestiche.

Il secondo barattolo è quello che probabilmente riempirete con più gioia perché è quello destinato ai divertimenti. La percentuale giusta da destinarvi rispetto al risparmio totale è il 10%. In questa categoria rientrano tutti gli intrattenimenti (cinema, vacanze, teatro, discoteca, terme etc).

Stessa percentuale per il terzo barattolo, ovvero quello del risparmio a lungo termine. Questo capitale non andrebbe toccato fino a che non si è raggiunta un’autonomia finanziaria completa.

Un altro 10% sarà invece destinato alla formazione, contenuto del quarto barattolo. Vi rientrano corsi di perfezionamento, libri, università, master etc.

I soldi contenuti nel quindi barattolo rappresentano le cd riserve private, da destinare per acquisti importanti come abbonamenti annuali, macchina etc. E’ un fondo che va ricostituito con pazienza dopo essere stato speso.

Chiudiamo pensando agli altri: il barattolo numero sei, l’ultimo, è quello che conterrà i soldi da destinare a regali e beneficenza. In questo ultimo contenitore va destinato il 5% del budget.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Risparmio, Curiosità