I punti di forza dei buoni fruttiferi postali ordinari

Ecco le principali caratteristiche ed i punti di forza dei buoni fruttiferi postali ordinari.

di , pubblicato il
Ecco le principali caratteristiche ed i punti di forza dei buoni fruttiferi postali ordinari.

I buoni fruttiferi ordinari saranno il prodotto di investimento grazie al quale si avrà un rendimento annuo lordo a scadenza dello 0,90%. Tra i punti di forza di tale tipologia di titolo, emesso dalla Cassa Depositi e Prestiti, segnaliamo che saranno sempre garantiti dallo Stato Italiano e che non avranno alcuna spesa.

Di seguito i dettagli.

I buoni fruttiferi postali ordinari

I bfp ordinari di Poste Italiane saranno il prodotto di investimento giusto per chi vorrà investire fino a 20 anni potendo contare del rimborso in ogni momento. Si ricorda che quelli emessi fino al 27 dicembre 20 della Serie Z dureranno 30 anni mentre quelli emessi dopo tale data e quindi dalla serie A1 in poi dureranno 20 anni.

Quelli a 30 anni matureranno interessi fino al 31 dicembre dell’anno in cui scadrà il titolo mentre gli altri cesseranno di avere valore e quindi di essere fruttiferi quando scadrà il ventesimo anno. I primi, poi, matureranno gli interessi in regime di capitalizzazione semplice a partire dall’anno 21esimo al 30esimo mentre per quelli ventennali la capitalizzazione degli interessi sarà sempre composta.

I punti di forza

Oltre al fatto che saranno garantiti dallo Stato Italiano, l’altro punto di forza di tali buoni ordinari sarà che non avranno alcuna spesa di gestione né per la sottoscrizione, né per il rimborso né per la gestione esclusi gli oneri fiscali. Inoltre con essi si godrà di una tassazione agevolata. Sottoscrivendo tali titoli si avrà sempre la possibilità di riavere indietro il capitale investito in ogni momento insieme agli interessi maturati. Questi ultimi solo se il rimborso verrà richiesto dopo un anno.

Ecco il rendimento effettivo annuo lordo alla fine di ciascun periodo di possesso:

  • 1°anno 0,05%,
  • nel 2°anno 0,05%,
  • nel 3°anno 0,05%,
  • nel 4°anno 0,05%,
  • nel 5°anno 0,05%,
  • nel 6°anno 0,08%,
  • nel 7°anno 0,11%,
  • nel 8°anno 0,12%,
  • nel 9°anno 0,17%,
  • nel 10°anno 0,20%,
  • nell’11° anno 0,23%,
  • nel 12° anno 0,25%,
  • nel 13° anno 0,29%,
  • nel 14° anno 0,32%,
  • nel 15° anno 0,35%,
  • nel 16° anno 0,39%,
  • nel 17° anno 0,48%,
  • nel 18° anno 0,63%,
  • nel 19° anno 0,77% e
  • nel 20° anno 0,90%.

Leggete anche: Buoni fruttiferi postali: differenze, caratteristiche e tassi dei 3×2 e 3×4.

[email protected]

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.