Guadagnare soldi camminando si può? Ora si, ecco come

Ora è possibile guadagnare soldi anche camminando: ecco come fare.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ora è possibile guadagnare soldi anche camminando: ecco come fare.

L’app Sweatcoin dopo il lancio in America e nel Regno Unito sbarcherà presto in Europa. Essa promette che si potranno guadagnare soldi camminando. Ogni mille passi tracciati, infatti, si guadagnerà uno sweatcoin che potrà essere speso nel negozio virtuale legato alla piattaforma. Ecco le info più precise.

Sweatcoin: ecco cos’è

Con la app Sweatcoin le camminate fatte all’aria aperta e quindi non in casa produrranno reddito. Ogni mille passi tracciati da GPS, infatti, si riceverà 1 sweatcoin da utilizzare presso un negozio virtuale legato alla piattaforma dove si potranno trovare diverse categorie di merce: dai gadget fino ad arrivare agli smartphone. L’iscrizione, come comunica il quotidiano La Repubblica, sarà gratuita e si potranno guadagnare fino a 5 sweatcoin al giorno. Per passare al livello successivo, però, si dovranno pagare 5 gettoni al mese ma ciò significa che al giorno se ne potranno accumulare fino a 10.

Sweatcoin e la diversità dalle criptovalute

Tale tecnologia non è la stessa delle critpovalute in quanto non si basa su tecnologia blockchain. Gli sweatcoin non si possono convertire in altre valute per cui tutto resta all’interno dell’applicazione. Con 15 sweatcoin, infine, si possono acquistare beni per un controvalore che si aggira ai 25 dollari ma per ottenere dei premi più sostanziosi bisognerà però camminare di più. La app che è stata fondata a Londra fin da subito è riuscita ad ottenere circa 6 milioni di dollari di finanziamenti. C’è però chi critica il sistema in quanto il conteggio dei passi risulta abbondantemente per difetto. Al momento gli utenti complessivi che la starebbero utilizzando si aggirerebbero intorno ai cinque milioni.

Leggete anche: La vera rivoluzione non è il Bitcoin, ma la Blockchain.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Risparmio, Curiosità