Guadagnare il 35% in 6 mesi? Se hai puntato qui ci sei riuscito

Chi ha investito negli assest di questo paese si è portato a casa il 35% di guadagno in appena 6 mesi. Cifre del tutto irrituali in un periodo come questo.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Chi ha investito negli assest di questo paese si è portato a casa il 35% di guadagno in appena 6 mesi. Cifre del tutto irrituali in un periodo come questo.

Mentre tutto intorno si muove, crolla, si rialza e spesso torna indietro, qualche investitore più fortunato o forse anche più acuto ha potuto portarsi a casa un guadagno del 35%, puntando i suoi risparmi sul mercato azionario brasiliano. Direte voi: ma come, quel Brasile dell’impeachment, dove è in corso la più grave crisi politica e istituzionale dal ritorno alla democrazia nel 1985 ed economica da oltre un secolo? Esatto!

Dall’inizio dell’anno ad oggi, la Borsa di San Paolo è salita del 17%, anche se poche settimane fa sfondava la soglia del 20%. Tutto questo, mentre Piazza Affari perde nello stesso arco di tempo un quarto del suo valore iniziale di capitalizzazione.

Vero è, che il Brasile è in crisi, ma le aspettative forse un po’ troppo ottimistiche sul cambio di governo, avvenuto a maggio con la traumatica apertura del processo per la messa in stato d’accusa della presidente Dilma Rousseff, nonché anche l’elevata inflazione del paese (sopra il 9%) hanno spinto gli acquisti di titoli azionari.

Effetto cambio amplifica guadagni

E non è tutto. Per un investitore proveniente dall’Eurozona c’è un’altra sorpresa positiva: il real brasiliano si è rafforzato da inizio anno contro l’euro del 18%. Ciò significa che chi 6 mesi fa avesse acquistato, per ipotesi, azioni dell’indice Ibovespa per 100.000 euro, oggi si porterebbe mediamente a casa 135.000 euro, tra aumento dei corsi e apprezzamento del real. Convertendo, infatti, l’investimento nella divisa europea, vi ritrovereste in tasca il 18% di euro in più di quelli inizialmente esportati nel paese sudamericano, che si sommano al +17% messo a segno dalle azioni.

Il 35% in appena un semestre fa più dell’82% su base annua. Mica male per un investimento in tempi di borse volatili e di una Milano del tutto deludente. Certo, entrare adesso sul mercato azionario brasiliano potrebbe convenire poco o nulla. La corsa della borsa sembra essersi arrestata e difficilmente il real potrà continuare ad apprezzarsi contro le valute straniere forti, almeno non della stessa entità dei mesi passati.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Investimento, News Risparmio, Investimenti