Giocattoli troppo cari? Gli errori che facciamo e come risparmiare rendendo felici i nostri bambini

Una guida per evitare gli errori che compiamo quando decidiamo di acquistare giocattoli: ecco come risparmiare.

di , pubblicato il
Una guida per evitare gli errori che compiamo quando decidiamo di acquistare giocattoli: ecco come risparmiare.

I giocattoli diventano sempre più costosi e il marketing, soprattutto sui canali dedicati ai bambini, bersaglia di continue pubblicità proprio sui giochi più cari e impegnativi. La necessità di risparmiare, soprattutto in questi tempi, potrebbe non permettere di accontentare i nostri bambini, ma è anche vero che spesso commettiamo degli errori, che possono essere facilmente evitati.

Il primo errore, quello principale, lo commettiamo quando decidiamo di acquistare giocattoli senza considerare un po’ di anticipo: il primo consiglio è dunque muoversi per tempo, perché in questo modo – e attraverso una serie di suggerimenti che daremo – è possibile risparmiare notevolmente.

Dunque: dove comprare giocattoli e allo steso tempo risparmiare?

Non evitare i piccoli rivenditori dove è possibile risparmiare

Un errore che spesso compiamo è quello di non tenere più in considerazione i piccoli rivenditori o le cartolibrerie. Non solo spesso il piccolo negozio di giocattoli presenta gli stessi prezzi delle grandi catene, ma in più permette di trovare anche qualche altro piccolo regalo accessorio che può fare contenti i nostri bambini con pochi euro.

E così perché non coltivare le doti artistiche regalando quaderni, matite colorate, pennarelli o album di figurine adesive, magari educativi?

Scambi e mercatini: risparmiare sui giocattoli evitando sprechi inutili

Ci sono alcuni modi per risparmiare sull’acquisto dei giocattoli ed evitare sprechi inutili per il portafogli e per l’ambiente. Vediamone alcuni.

Innanzitutto, i cosiddetti mercatini delle mamme: è possibile trovare in queste situazioni giocattoli praticamente pari al nuovo a prezzi davvero molto convenienti. Spesso, poi, presentano ancora l’imballo originale. I giochi sono commisurati all’età, molte mamme quando i figli crescono decidono di rivendere quelli che non sono più adatti.

Stesso discorso vale per i mercatini dell’usato, dove è possibile acquistare giocattoli spesso pari al nuovo (magari perché doppioni o semplicemente poco graditi ai propri figli).

È possibile poi creare gruppi di scambio di giocattoli tra mamme che hanno una prole numerosa. Non c’è niente di cui vergognarsi! In questo modo, è possibile anche riciclare i giocattoli che hanno avuto poca fortuna e che sarebbe inutile acquistare nuovamente.

Discount e supermercati: da non trascurare per risparmiare sui giocattoli

Perché trascurare la possibilità di acquistare giocattoli in un discount? Spesso si trovano giochi davvero interessanti ed educativi e in più grazie all’area outlet è possibile sfruttare le offerte dei volantini. E poi è possibile trovare quei giocattoli in legno che, in stile Montessori, non solo sono educativi ma anche indistruttibili.

Discorso simile vale anche per supermercati e ipermercati: buoni sconto e promozioni, soprattutto in alcuni periodi, sono molto comuni e dunque potrebbe essere il luogo adatto per risparmiare e comprare proprio quel giocattolo che il nostro bambino desidera tanto.

E-commerce e shop online: come risparmiare, ma attenzione al prezzo!

Un’altra possibilità, soprattutto quando non si ha tempo sufficiente per girare per negozi, è quello dell’acquisto online sui portali di e-commerce più conosciuti. I prezzi sono a volte vantaggiosi, ma occorre prestare attenzione.

L’e-commerce si basa su una continua altalena di prezzi: da un giorno all’altro possono variare anche notevolmente. Il consiglio è quello di monitorare costantemente il costo e di approfittare soltanto quando scendono al di sotto di una certa soglia.

Potrebbe interessarti anche: Stufe e camini: come risparmiare sull’acquisto della legna ed evitare i soliti errori

[email protected]

Argomenti: ,