Gestioni: crescono clienti donna nel wealth management

Il ruolo delle donne nella gestione dei capitali sta crescendo. Ecco come si comportano di fronte a risparmio e investimenti

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il ruolo delle donne nella gestione dei capitali sta crescendo. Ecco come si comportano di fronte a risparmio e investimenti

Nell’era dei baby boomer i consigli sugli investimenti erano spesso scambiati sul campo da golf o nel club frequentati prevalentemente da uomini. Le donne erano pressoché emarginate. Oggi invece, spiega Accenture nell’ultimo report «Reinventing wealth management for women», il quadro è mutato e in pochi decenni le donne sono diventate una forza finanziaria che ha un impatto sulla società.

 

Dato il crescente numero di donne che ora hanno una carriera, dirigono aziende, gestiscono il bilancio familiare e investono, le imprese finanziarie – scrive Milano Finanza – devono ora trattarle come una categoria chiave di clienti. Molte società di wealth management se ne sono rese conto, ma poche sembrano aver adeguato il loro modello di consulenza per soddisfare le esigenze delle donne. Ecco perché imprese d’investimento e consulenti finanziari devono saper creare una profonda value proposition per tutte le tipologie di donne. La clientela femminile, insomma, rappresenta un segmento di mercato abbastanza maturo per meritare attenzione, considerando il fatto che secondo la ricerca solo la metà (52%) delle donne confida nella propria capacità di investimento.

 

Le donne sono più prudenti degli uomini

 

Secondo Accenture, le donne hanno maggiori probabilità di utilizzare consulenti finanziari personali rispetto agli uomini, ma hanno meno probabilità di essere soddisfatte dei loro advisor o di riporre fiducia in loro (63%). Di conseguenza solo il 61% delle donne dichiara di avere una buona comprensione di come la propria ricchezza viene investita. Non sorprende quindi che solo il 41% affermi di poter investire con successo con la stessa capacità di un professionista. Descrivere i bisogni di un intero genere significa inoltrarsi in un terreno scivoloso. Tuttavia si può dire che la maggior parte delle donne mostra preferenze diverse da quelle tradizionalmente espresse dagli investitori maschi. In media le donne a un certo punto del loro percorso d’investimento hanno bisogno di riceve consigli accurati sulla protezione degli asset e consulenze su come affrontare l’impatto di eventuali riduzioni di reddito e interruzioni di carriera. Le donne sono investitori che, secondo Accenture, si muovono con un obiettivo di lungo termine e sono solitamente più prudenti degli uomini. Quasi metà (48%) delle intervistate dice di voler tutelare e tenere al sicuro la maggiore ricchezza possibile.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Risparmiare