Finanziamenti agevolati Caritas a favore delle donne

Finanziamenti agevolati Caritas, ecco come ottenerli e la documentazione da esibire.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Finanziamenti agevolati Caritas, ecco come ottenerli e la documentazione da esibire.

Finanziamenti agevolati Caritas a favore delle donne con programmi di solidarietà internazionale e nazionale, con l’obiettivo di curare con attenzione tanto l’aspetto educativo quanto quello operativo.

Per la Caritas, il microcredito oltre ad essere uno strumento di lotta alla povertà è soprattutto un’opportunità di affermazione e crescita di identità, di dignità umana, di solidarietà nei confronti di quei poveri che desiderano crescere e svilupparsi. In Italia.

Le Caritas diocesane interessate al microcredito sono oltre 120 e sostengono famiglie in difficoltà, immigrati e intervengono nelle regioni colpite da emergenze e calamità naturali.

Finanziamenti agevolati  a favore delle donne

Generalmente e storicamente, le principali beneficiarie di queste agevolazioni sono le donne. Ritenute affidabili nella restituzione del prestito e abili nell’impostare la propria attività, le donne ottengono quasi la metà dei fondi di microcredito e i settori prediletti sono spesso originali, afferenti all’ambito artigianale della moda e del commercio e a loro volta orientate a generare benessere per la società, con attenzione all’infanzia e al mondo degli animali.

La richiesta di un finanziamento o di un prestito è spesso necessaria e fondamentale per coloro che non dispongono di soldi sufficienti per realizzare un sogno. Chi deve pagare le rate del mutuo o chi intende avviare un’attività imprenditoriale ha spesso bisogno

Finanziamenti agevolati Caritas: documentazione

Per ottenere il finanziamento agevolato della Caritas, nonostante i soggetti che hanno diritto all’accesso al credito siano segnalati e valutati nel loro status economico dalla stessa società, è necessario esibire una particolare documentazione che permetta di stipulare il contratto di finanziamento. Si ricorda infatti che il capitale erogato con la forma di finanziamento agevolato della Caritas prevede un capitale massimo in base alla tipologia di esigenza da soddisfare e un piano di restituzione di durata massima di 5 anni, con tasso di interesse del 4%, che si comincia a corrispondere dopo 12 mesi dal ricevimento del capitale.

Questa tipologia di finanziamento prevede infatti un periodo di pre-ammortamento in cui il soggetto riceve il finanziamento, salda i propri debiti o avvia la propria attività, guadagna, e con il profitto può restituire la somma finanziata senza incorrere in nuove difficoltà economiche.

Per la richiesta di Microcredito, la documentazione da presentare prevede:

  • un’istanza di finanziamento con le informazioni sul suo nucleo familiare e sull’attività lavorativa;
  • documento di identità;
  • codice fiscale del soggetto richiedente e del proprio coniuge;
  • copia del preventivo di spesa o fatture dei debiti da saldare;
  • garante.

Finanziamenti agevolati Caritas: il capitale erogato si rimborsa?

Il finanziamento agevolato Caritas, chiamato il “Prestito della Speranza” prevede una differente tipologia di erogazione del capitale ma anche di restituzione. Nel Credito sociale la somma necessaria per saldare i debiti contratti o risolvere le difficoltà economiche del soggetto è erogata in rate mensili di 500 euro per la durata di un anno per un totale di 6.000 euro.

Dopo 12 mesi dal ricevimento del capitale,  in cui la situazione economica è sicuramente migliorata, si inizia a corrispondere la somma finanziata con un piano di ammortamento fino a 5 anni.

Nel caso di finanziamento agevolato per l’avvio di un’attività imprenditoriale, la situazione è differente, in quanto coloro che decidono di ricreare la propria posizione lavorativa hanno la reale intenzione e le capacità di farlo ma non ha la liquidità per realizzare l’obiettivo: il capitale erogato permette loro di avere un piccolo fondo con un piano di rimborso sostenibile, non eccessivamente dilatato nel tempo. La durata del piano di ammortamento è infatti di un periodo massimo di 60 mesi o infatti di accedere a finanziamenti particolari.

Leggi anche:

Microcredito, come funzionano i finanziamenti ai poveri

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Investimento, Mutui e Prestiti, Investimenti