Elettrodomestici, ma quanto mi costate? Quali consumano di più e come risparmiare sulla bolletta

Una guida semplice e alcune regole auree per risparmiare sui consumi in bolletta legati all’uso degli elettrodomestici: a proposito, sapete quali consumano di più?

di , pubblicato il
Una guida semplice e alcune regole auree per risparmiare sui consumi in bolletta legati all’uso degli elettrodomestici: a proposito, sapete quali consumano di più?

 

La bolletta elettrica è particolarmente salata e non sapete spiegarne il motivo? Una delle questioni centrali riguarda i consumi connessi agli elettrodomestici e, in tal senso, basta semplicemente comunicare un dato per rendersi conto di quanto incidano: secondo le statistiche più aggiornate, per una famiglia media di 4 persone la spesa annua di elettricità per gli apparecchi domestici è di circa 600 euro – inutile dire che, trattandosi di una media, essa può variare anche notevolmente a seconda dello stile di vita che si segue.

In questo articolo, allora, faremo innanzitutto un’analisi di quali sono gli elettrodomestici che consumano di più e, poi, vi forniremo le 4 regole auree per ridurre i consumi (senza privarsi di nulla, anzi).

Cari elettrodomestici, ma quanto mi costate?

Quanto pesano, a livello di consumi, gli elettrodomestici che usiamo maggiormente? Ebbene, la risposta può essere per certi versi sorprendente. Siamo abituati, infatti, a pensare che il forno elettrico, il phon e il ferro da stiro siano quelli che incidono maggiormente sulla bolletta elettrica: possiamo dire con serenità che, pur essendo elettrodomestici ad alto assorbimento di corrente, essi vengono usati soltanto saltuariamente e che quindi l’impatto è davvero relativo. Secondo i dati, un phon costa all’anno non più di 10 euro (in media) e riguarda un consumo di appena 40 kWh annui. I veri killer assorbi-energia sono gli elettrodomestici che utilizziamo per una durata di tempo ben maggiore e ‘non saltuariamente’: ci riferiamo, ad esempio, al frigorifero che, stando acceso 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno, ‘pesa’ in bolletta circa 160 euro all’anno per un consumo medio stimato di circa 640 kWh.

Prima di arrivare ai consigli che intendiamo fornire, vogliamo sottolineare un elemento ulteriore: molti suggerimenti che è possibile trovare online riguardano pratiche e stili di vita che incidono in maniera piuttosto relativa sulla bolletta e sui consumi.

Certo, è bene anche risparmiare soltanto qualche euro all’anno, ma bisogna comprendere l’entità differente delle possibilità di risparmio: ad esempio, se si lasciasse il caricabatterie del cellulare in presa di corrente per 24 ore al giorno e per 365 giorni all’anno, i consumi in più sarebbero appena di 70 centesimi circa all’anno.

Come risparmiare sulla bolletta elettrica: per un uso consapevole degli elettrodomestici

Ecco, allora, le nostre 5 regole auree su come risparmiare mediante un uso consapevo0le degli elettrodomestici:

  1. Partiamo proprio dal frigorifero: occorre analizzare la classe energetica e il nostro consiglio è di acquistare (anche con un piccolo investimento) un frigo di classe A+++ – ad esempio, se se ne usa uno di classe C, i consumi all’anno sono superiori di circa 100 euro
  2. Consumi elevatissimi anche per quanto riguarda l’asciugatrice: se si riduce l’uso del 75%, si può risparmiare anche oltre 160 euro all’anno
  3. Ed ora è il momento della lavatrice: il consiglio è di usarla a una temperatura di 30°, il che porta a un risparmio sui consumi di questo apparecchio di circa il 90% (molto più efficace anche dei programmi ‘Eco’)
  4. Non è più stagione, ma grande impatto in bolletta lo ha anche il condizionatore: il suggerimento (per l’estate prossima) è di usarlo prevalentemente come deumidificatore, il risparmio può essere fino al 75% dei consumi soliti.

Leggete anche: Riscaldamento inverno 2018: dritte per risparmiare in bolletta.

Argomenti: ,