Elenco elettrodomestici che consumano di più anche in stand-by: occhio al risparmio

Ecco una lista di elettrodomestici che consumano di più in modalità stand-by: spengendoli si pitrebbe risparmiare davvero sulla bolletta dell'energia elettrica.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco una lista di elettrodomestici che consumano di più in modalità stand-by: spengendoli si pitrebbe risparmiare davvero sulla bolletta dell'energia elettrica.

Chi pensa che tenere gli apparecchi in standby fa risparmiare energia sbaglia. Secondo alcuni dati, emersi a seguito di una ricerca fatta su 1300 abitazioni in Europa con apparecchi tenuti in stand-by, si evince infatti che gli apparecchi in stand-by consumano mediante 305kWh ad abitazione ovvero l’11% del consumo elettrico della casa. Sempre secondo lo studio nei 27 paesi dell’Unione Europea l’energia che si consuma tenendo gli apparecchi in tale modalità è di 43TWh. Ciò non solo è un danno per il cittadino che consuma più energia ma anche per l’ambiente in quanto vi sono maggiori immissioni nell’atmosfera di CO2. In merito a ciò, l’International Energy Agency ritiene che nel 2030 il 15% del consumo elettrico della popolazione sarà dovuto agli apparecchi tenuti in stand-by. Ma quali sono quelli che consumano di più?

Apparecchi che consumano di più in stand-by

Tra gli elettrodomestici che consumano di più in stand-by, segnaliamo il forno a microonde. Quando esso è acceso può assorbite fino a 1110 watt di potenza per produrre circa 700 watt. I restanti 400 watt vengono dispersi sotto forma di aria calda mediante il magnetron ovvero un tubo all’esterno del forno. Lasciando il forno aperto ed i n stand-by, purtroppo, si consumano 648 watt al giorno ovvero 27 Kw/h.

Anche il tv decoder o il computer con la tipica spia rossa dello stand-by consumano parecchio. Esso, infatti, può andare da 1 a 15 watt all’ora per cui nella giornata si può raggiungere un picco di 100 watt. Basta semplicemente spegnere tali elettrodomestici per evitare di sostenere costi aggiuntivi ed inutili.

Stand-by: altri apparecchi che consumano molto

Anche il telefono cordless in modalità stand-by consuma così come il carica-batterie lasciato in stand-by. Il consumo di quest’ultimo però non è elevato in quanto si stima sia circa di 0,26 watt. Il consiglio degli esperti è comunque quello di non lasciare il telefono a in carica per troppo tempo ma preferire ricariche più frequenti e brevi. Secondo gli ultimi studi in materia, infatti, ricaricando così il proprio smartphone la batteria si danneggia di meno.

E infine

La console videogiochi ha un costo energetico molto elevato anche perché quelle di ultima generazione sono multifunzione. Con esse, infatti, oltre che a giocare, si possono vedere anche film e ascoltare la musica. Se la console resta in stand-by può consumare addirittura dalle 3 alle 5 volte più di un frigorifero. Infine segnaliamo anche la caffettiera elettrica che quando resta accesa senza produrre caffè può consumare fino a 17 watt mentre in stand-by 8 watt. Quando non la si usa il consiglio è sempre quello di staccare la spina. Seguendo le diverse indicazioni su fornite si potrà davvero ottenere un risparmio energetico con un taglio di costi in bolletta e sopratutto si rispetterà l’ambiente.

Leggete anche: Risparmiare su bollette luce e gas: come leggere le etichette energetiche e valutare le offerte.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Risparmiare, Utenze domestiche