È possibile risparmiare 1700 euro se si scelgono i migliori supermercati e discount, quelli dove si risparmia di più

Altroconsumo comunica che è possibile risparmiare fino a 1700 euro se si scelgono i migliori supermercati e discount: ecco come.

di , pubblicato il
aumento prezzi

Altroconsumo, l’associazione a tutela dei consumatori, comunica che è possibile risparmiare fino a 1700 euro se si scelgono i migliori supermercati e discount. Quelli in cui effettuare acquisti per spesa mista, per prodotti di marca, a marchio commerciale e più economici conviene di più. Ecco maggiori dettagli.

Scegliere i migliori supermercati e discount per risparmiare fino a 1700 euro

Altroconsumo comunica che sarebbe possibile risparmiare annualmente fino a 1700 euro se si passasse ad acquistare i prodotti più economici al discount. Secondo l’Istat la spesa annua media di un italiano è di 4566 euro, di due persone di 7283 euro e di una coppia con due figli di 9147 euro.
Si potrebbe risparmiare parecchio facendo la spesa dei prodotti di marca nei migliori supermercati. La spesa media di 1 italiano sarebbe infatti di 721 euro, di una coppia 1475 euro e di un nucleo familiare 1853 euro. I migliori supermercati per acquistare prodotti di marca sono il Carrefour, il Famila Superstore e lo Spazio Conad. Inoltre l’Esselunga Superstore e l’Interspar.
Se si facesse la spesa a marchio commerciale passando per le insegne più convenienti della classifica, 1 persona potrebbe spendere annualmente mediamente 925 euro, una coppia fino a 1475 ed un nucleo familiare fino a 1853 euro. Per acquistare prodotti a marchio commerciale si risparmia di più al Conad, al Conad Superstore e all’Ipercoop. Inoltre allo Spazio Conad e alla Coop.
Se si facesse la spesa al discount più conveniente, quella media di una singola persona annua sarebbe circa 1138 euro. Quella di una coppia di 1816 euro e quella di una coppia di adulti e coppia di bambini di 2281 euro. La spesa con prodotti più economici la si può fare in primis all’Aldi, Eurospin e Prix Discount e poi al Lidl e all’In’s Mercato
Per questi calcoli, Altroconsumo ha trasformato i suoi indici su base 100 in spesa annua considerando i dati di spesa media dell’Istat.

L’associazione ha quindi calcolato le differenza tra i supermercati/discount più o meno convenienti.
[email protected]

Argomenti: ,