Disservizi telefonici: info indennizzo per malfunzionamento internet e portabilità del numero

Ecco tutte le info sugli indennizzi per malfunzionamento internet e portabilità del numero a seguito di disservizi telefonici.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco tutte le info sugli indennizzi per malfunzionamento internet e portabilità del numero a seguito di disservizi telefonici.

Sempre più persone quotidianamente rilevano problemi sulla linea telefonica che a volte è sospesa o interrotta ma anche su quella internet per la quale molte volte l’attivazione viene ritardata. E non solo, in molti hanno problemi anche sulla portabilità del numero. In molti casi per risolvere tali problemi non basta il semplice reclamo ma è utile il procedimento di conciliazione dinanzi al Corecom in modo tale da ottenere anche gli indennizzi previsti dalla Legge. Ecco le info in merito.

Malfunzionamento internet o linea telefonica

L’Agcom, che è l’Autorità Garante per le Comunicazioni, comunica che gli utenti soggetti a disservizi telefonici hanno diritto a degli indennizzi in base alla tipologia di disservizio. Qualora vi siano dei problemi tecnici, imputabili all’operatore telefonico, che producano la completa interruzione del servizio telefonico o internet, si dovrà pagare al cliente un indennizzo per ciascun servizio non accessorio che sarà di 5 euro per ogni giorno di interruzione.

Qualora vi sia l’interruzione del servizio con discontinuità o il mancato rispetto degli standard di qualità stabiliti nella carta dei servizi dell’operatore telefonico, allora l’indennizzo per ciascun servizio non accessorio sarà di 2,50 euro per ogni giorno in cui ci sarà il malfunzionamento.

Ritardo riparazione guasto e malfunzionamento servizi accessori

Se l’operatore telefonico ritarderà nella riparazione del guasto, allora l’indennizzo si potrà applicare all’intero periodo che ci sarà tra il reclamo fatto e l’effettivo ripristino del servizio richiesto. Nel caso il malfunzionamento riguardi solo i servizi accessori, l’indennizzo sarà applicato solo per ogni giorno di ritardo e fino ad un massimo di 300 euro. Per quanto concerne i servizi gratuiti, invece, l’operatore dovrà pagare 1 euro per ogni giorno di ritardo fino ad un massimo di 100 euro.

Portabilità del numero: che succede se viene omesso o se c’è ritardo?

Qualora la procedura di portabilità del numero dovesse sforare dai tempi stabiliti dalla disciplina del settore, allora l’operatore telefonico, se responsabile di tale ritardo, dovrà risarcire l’utente con la cifra di 5 euro per ogni giorno di ritardo. Qualora la portabilità si abbia su dispositivi mobili allora l’indennizzo sarà pari alla metà di tale cifra ovvero 2,50 euro. Infine, si evince che qualora vi sia cessazione del servizio o sospensione, l’operatore sarà tenuto a pagare un indennizzo pari a 7,50 euro per ogni giorno di sospensione.

Leggete anche: Risarcimento Eni a clienti per disservizi e bollette in ritardo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Telefonia&Internet, Utenze domestiche

I commenti sono chiusi.