Disdetta Sky: modulo, costi, tempi e indirizzo

Tutte le informazione per effettuare la disdetta Sky: modulo, costi, tempi e indirizzo di invio.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Tutte le informazione per effettuare la disdetta Sky: modulo, costi, tempi e indirizzo di invio.

Come disdire il contratto Sky? Abbonarsi al mondo della pay TV è facile, basta una semplice telefonata ed il contratto già è attivo e ci si può sintonizzare subito sui canali desiderati.

La cosa diventa problematica quando si deve disdire il contratto SKY. C’è una determinata procedura da seguire con diversi passaggi da rispettare.

Disdetta Sky: quali sono le tempistiche?

L’abbonamento Sky generalmente dura 12 mesi, con rinnovo automatico che scatta alla fine del suddetto periodo.

Per disdire l’abbonamento a Sky esistono quindi due opzioni:

  • aspettare che il contratto in essere scada in maniera naturale, ricordandosi però di disdire il rinnovo automatico dell’abbonamento. Si tratta di una pratica che naturalmente non comporta alcun costo da sostenere per l’utente;
  • disdire il contratto anticipatamente rispetto alla scadenza naturale del contratto. In questo caso l’abbonato Sky dovrà pagare una commissione chiamata costo dell’operatore, con l’aggiunta di eventuali penali legate a promozioni acquistate e/o alle apparecchiature che non vengono restituite a Sky.

Esiste anche una terza opzione, valida sono per  una piccola cerchia di utenti, la disdetta Sky entro 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto se questo è stato siglato a distanza e non all’interno di spazi fisici collegabili alla rete di Murdoch.

In questo caso non solo non saranno sostenuti costi per la sospensione del servizio, ma  saranno rimborsati anche i costi sostenuti per l’installazione e l’attivazione del servizio.

Disdetta Sky: quali sono i costi da sostenere?

Nel caso di recesso anticipato,  il costo dell’operatore è  di 11,53 euro, ed è fisso,  mentre le spese da sostenere per la mancata restituzione delle apparecchiature incluse in comodato d’uso nell’abbonamento corrispondono a 30 euro per ogni telecomando, Smart Card e alimentatore non restituiti e a 150 euro per ciascun decoder MySKYHD non restituito a Sky.

Le apparecchiature da restituire vanno consegnate recandosi personalmente in un Centro Sky e richiedendo la fattura per l’avvenuta riconsegna, entro un termine di 30 giorni dalla data di fine contratto.

I costi della disdetta Sky, possono variare nel tempo. Per essere sempre aggiornati bisogna collegarsi sul sito di Sky e leggere le Condizioni Generali relative all’abbonamento sottoscritto.

Disdetta Sky: sconti e promozioni da rimborsare

Se il contratto Sky viene disdetto prima della scadenza e l’utente ha usufruito nell’attivazione del contratto sconti e promozioni su servizi, al momento che il contratto viene disdetto anticipatamente bisogna pagare il valore intero degli sconti usufruiti.

Ad esempio, se un abbonato ha goduto di uno sconto sull’abbonamento Sky di 10 euro mensili per tre mesi, in caso di disdetta anticipata dovrà pagare gli 11,53 euro del costo dell’operatore insieme ai 30 euro legati alla promozione usufruita.

Disdetta Sky: Dove trovare il modulo e dove spedirlo

Per effettuare la disdetta a SKY serve un modulo scaricabile dallo stesso sito di Sky.

Basterà stamparlo, compilarlo e poi inviarlo tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo:

  • Sky, C.P. 13057 – 20141  Milano.

 Il modulo di disdetta compilato in ogni sua parte deve essere inviato con un preavviso di almeno 30 giorni, il contratto cesserà 30 giorni dopo la data di invio della disdetta.

Qui,  invece, le  nuove offerte di Sky e Mediaset Premium 2016/2017 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tutela consumatori, Pay tv

I commenti sono chiusi.