Denaro, ecco le 3 peggiori abitudini da abbandonare per risparmiare

Quali sono le tre peggiori abitudini legate alla gestione del denaro e dei risparmi che si devono assolutamente abbandonare?

di , pubblicato il
ibl banca bancomat

Gestire nel modo migliore il proprio denaro e risparmiare è importante. Soprattutto a seguito della crisi causata dall’impatto del Covid-19 per la quale molte persone si sono ritrovate con minori entrate. Proprio da questo nasce la necessità di focalizzare una maggiore attenzione al mondo del risparmio. Ecco allora le 3 peggiori abitudini da abbandonare legate ai soldi.

Le 3 peggiori abitudini legate al denaro da abbandonare per risparmiare

La prima peggiore abitudine legata al denaro è quella di non controllare di frequente il conto in Banca. Non si dovrà mai utilizzare più dell’80% del proprio reddito. Uno degli errori più comuni che si fa comunemente è infatti quello di spendere più del necessario. Un suggerimento è quindi quello di provare ad accantonare subito il 20% del proprio guadagno in modo tale da avere un piccolo salvadanaio dal quale attingere. Impostare dei trasferimenti automatici di soldi, potrebbe aiutare a risparmiare.

Per raggiungere i propri obiettivi, infatti, si potrebbe accantonare anche una piccola cifra ogni mese oppure ogni settimana sul conto dedicato al risparmio. Qualora si vogliano, ad esempio, risparmiare mille euro per sei mesi per fare un viaggio, si potranno trasferire circa 167 euro ogni mese sul conto di risparmio. Qualora si dovesse scegliere un conto deposito vincolato, confrontando le offerte dei diversi Istituti Bancari oltre alla cifra accantonata si potranno ricevere anche degli interessi. Questi ultimi saranno più alti qualora si scelgano i conti vincolati.

Abitudini da abbandonare legate al denaro per risparmiare

Un’altra abitudine da cancellare riguardante i propri soldi è quella di non controllare le proprie spese. Se si vuole iniziare a risparmiare è necessario capire cosa entra e cosa esce ogni mese dal conto. Il modo migliore per farlo, quindi, è tenere traccia delle entrate/uscite per 30 giorni annotando il tutto su un quaderno o su una app.

Una volta ottenuta la panoramica dei movimenti mensili del proprio denaro è necessario dividere le spese in fisse e variabili. Le prime sono ad esempio l’affitto di casa e le bollette mentre le seconde possono includere le uscite serali. Ovviamente il risparmio potrà esserci principalmente su queste ultime. Bisognerà solo fare attenzione a come si spende il denaro. Quando si è a lavoro si potrebbe mangiare ad esempio un panino invece di andare al ristorante. E ancora, prima di comprare un oggetto, si potrebbero attendere 24 ore per capire se esso è davvero utile.

L’ultima peggiore abitudine da abbandonare legata al denaro per risparmiare

L’ultima abitudine da evitare è quella di accumulare debiti sulla carta di credito. La Banca può infatti ridurre il plafond della carta anche senza avvisare il titolare di tale cambiamento. Solitamente, però, prima di farlo lo comunica con anticipo ma è sempre meglio di evitare che ciò avvenga. Ricordiamo che da gennaio scorso chi ha un conto in rosso anche solo di 100 euro per oltre 90 giorni può essere segnalato come cattivo pagatore.

Leggi anche:  Risparmiare soldi: 5 consigli in occasione della Giornata mondiale della terra
[email protected]

Argomenti: , ,