Credito al consumo: richieste stranieri in aumento

Aumentano le richieste di prestiti degli stranieri in Italia. A indebitarsi sono di più i rumeni seguiti da marocchini e albanesi

di Redazione Finanza Personale, pubblicato il

Prestiti stranieri in Italia – Il portale di comparazione delle offerte creditizie Prestiti.it afferma che il 13% delle domande di finanziamento presentate nel corso degli ultimi mesi, arriva da cittadini stranieri. Una quota discretamente rilevante sul totale delle richieste di prestito che – pur relativa alla sola società di intermediazione di cui sopra – sembra tuttavia riferirsi a un campione significativamente ampio (circa 24 mila unità), e può pertanto elevarsi a statistica di cui è possibile tenere opportuna considerazione.

Finanziamenti stranieri in Italia: gli uomini fanno più richieste delle donne

Stando a quanto affermato da Prestiti.it, infatti, il finanziamento richiesto dai cittadini stranieri è mediamente pari a 10 mila euro, che l’immigrato desiderebbe rimborsare in programmi di ammortamento di circa 5 anni. A richiedere finanziamenti personali sono soprattutto gli uomini (il 68% dei debitori è di sesso maschile), con un’età intorno ai 34 anni. Per quanto concerne le finalità, in testa c’è il desiderio di acquistare un’auto nuova o usata (il 35% dei casi), o ristrutturare la propria casa (11%); resiste anche la generica necessità di poter disporre di una maggiore o nuova liquidità (18%). Su base territoriale, come era lecito attendersi, la quota più rilevante di prestiti a stranieri sul totale dei finanziamenti richiesti proviene da quelle macro aree di maggiore penetrazione della cittadinanza immigrata sul totale, prevalentemente per motivi lavorativi. In testa alle Regioni con la maggiore incidenza di richieste di prestiti sul totale della popolazione vi sono pertanto zone settentrionali come il Trentino Alto Adige (24,3%), il Veneto (23,5%) e la Lombardia (19,4%), seguite da Emilia Romagna (18,9%) e Friuli Venezia Giulia (18,8%). Ancora, in relazione alla provenienza dei cittadini stranieri che richiedono il finanziamento per supportare operazioni di spesa di beni e servizi personali e familiari, la quota prevalente è senza alcun dubbio proveniente dalla comunità di cittadini originari della Romania, che assorbono quasi una richiesta su due (il 46,3%), seguiti da Marocco e Albania, rispettivamente con il 5,6% e il 4,9% delle domande).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mutui e Prestiti