Corsi condominiali: attenzione alle truffe

Corsi per amministrazione di condominio, l'Aduc chiede spiegazioni al Ministro della Giustizia per salvaguardare i diritti degli utenti.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Corsi per amministrazione di condominio, l'Aduc chiede spiegazioni al Ministro della Giustizia per salvaguardare i diritti degli utenti.

Corsi condominiali – La frequenza ed il superamento dei corsi per amministratore di condominio è una condizione necessaria per poter assumere incarichi di amministratore condominiale, fatta eccezione gli amministratori interni che sono esentati. Il decreto del ministero della Giustizia (n. 140/2014) regolamenta lo svolgimento di questi corsi, che, per espressa previsione regolamentare, possono tenersi anche in modalità telematiche. I corsi online prevedono che l’esame finale deve necessariamente svolgersi in una sede indicata dal responsabile scientifico del corso.

Corsi condominiali e enti di formazione

L’Aduc ha informato i cittadini di fare attenzione a questi corsi. Informa che alcuni soggetti operanti nel campo della formazione professionale degli amministratori di condominio, sfruttando impropriamente una nota del Ministero della Giustizia in risposta a dei quesiti di Confedilizia, sostenendo che è possibile fare anche l’esame in modalità telematica. Questa pratica è illegittima e priva di ogni validità formale il corso di formazione.

Il decreto ministeriale n. 140 del 2014 non prevede controlli istituzionali sull’operato dei soggetti che erogano corsi, l’Aduc ha chiesto ufficialmente al Ministero della Giustizia un intervento a garanzia dei cittadini-utenti di questo servizio e di intervenire con una propria nota che sia di supporto alle tante persone che intendono svolgere corsi di formazione iniziale e periodica, per amministratori di condominio.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tutela consumatori, Curiosità

I commenti sono chiusi.