Coronavirus, un macigno che si abbatte su mutui, surroghe e compravendite immobiliari

Gli effetti dello stop per emergenza Coronavirus rilevati da Mutuionline.

di , pubblicato il
Gli effetti dello stop per emergenza Coronavirus rilevati da Mutuionline.

L’Osservatorio Mutuionline.it rivela che durante questo periodo di lockdown per emergenza sanitaria ogni mese si sono persi 4 miliardi per le compravendite immobiliari. Inoltre con il blocco delle surroghe anche le famiglie ne hanno risentito. Ogni mese, infatti, sono a rischio circa 200 milioni di euro di risparmi.

Quello dei mutui e della casa sono tra i settori più amati dagli italiani nonché quelli di grande valore per il nostro paese. Il primo registra annualmente 100 miliardi di euro mentre l’altro circa 50 miliardi.

Con il calo del costo del denaro nei primi due mesi del 2020 si è registrato un forte incremento del mutuo acquisto casa e della surroga. Poi a causa dell’emergenza Coronavirus e del conseguente lockdown per contenere l’epidemia, la stragrande maggioranza delle operazioni si è bloccata o rinviata.

Marzo-aprile, i cali tra richiesta mutui e surroghe

Secondo l’analisi di Mutuionline.it tra il mese di marzo e questo di aprile nel nostro paese sono state rimandate circa 25 mila compravendite e 35 mila mutui sono rimasti in sospeso. Di questi 15 mila erano per finalità di surroga.

Per Roberto Anedda, direttore Marketing di Mutuionline.it tale dato tradotto in valore di mercato significa la sospensione di circa 4 miliardi di euro di compravendite e 5 miliardi di euro di mutui.

Il problema  riguarda anche le surroghe il cui stop non ha permesso alle famiglie di poter risparmiate nel tempo. Se l’emergenza Coronavirus dovesse degenerare in un’ampia crisi finanziaria, molto probabilmente secondo Anedda è difficile che si possano trovare condizioni favorevoli come quelle odierne. Secondo i dati dell’Osservatorio di Mutuionline.it le surroghe sospese bloccherebbero e metterebbero a rischio almeno 200 milioni ogni mese di risparmi per le famiglie.

Gli interventi richiesti per la risoluzione delle problematiche in atto

Il presidente di Mutuionline.it Marco Pescarmona chiede alle istituzioni degli interventi per risolvere le problematiche in atto. In primis di assicurare la possibilità che i notai possano stipulare gli atti di compravendita di mutuo e surroga anche con interventi atti a rendere minimi i contatti tra i vari soggetti.

Viene poi chiesto che vengano consentiti da parte dei periti i sopralluoghi per le perizie che sono fondamentali per le delibere di credito e che venga garantito il funzionamento pieno degli uffici del catasto, di quelli tecnici immobiliari dei comuni e delle conservatorie. Il tutto ovviamente rispettando le regole per la salute di ogni singolo dipendente.

Gli effetti dello stop per emergenza Coronavirus

Con lo stop per emergenza Covid-19 sono state sospesi 25 mila atti per compravendita (4 miliardi di euro), sono stati sospesi 35 mila atti inerenti ai mutui ( 5 miliardi di euro) e a causa del blocco delle surroghe non è stato possibile per i cittadini ottenere risparmi da 20 a 80 mila euro.

Inoltre i mutui di surroga sospesi sono stati 15 mila mentre i risparmi per surroga (sospesa dall’inizio dell’emergenza Coronavirus) sono stati 300 milioni. Infine i nuovi mutui di surroga sospesi ogni mese sono stati 10 mila mentre i nuovi risparmi per surroga sarebbero stati oltre 200 milioni di euro al mese.

[email protected]

Argomenti: ,