Coronavirus: rimborsi o voucher biglietti anche aerei, testo approvato dal Consiglio dei Ministri

L'ultimo Decreto Legge per l'emergenza Coronavirus: rimborso o voucher anche sui biglietti anche aerei.

di , pubblicato il
L'ultimo Decreto Legge per l'emergenza Coronavirus: rimborso o voucher anche sui biglietti anche aerei.

L’ultimo Decreto Legge per l’emergenza Coronavirus, come comunica Ilsole24Ore,  ha tolto alcuni dubbi sul rimborso o voucher dei biglietti anche quelli aerei. Ecco le informazioni in merito e le modalità comunicate per ottenere il rimborso.

La norma e le varie perplessità

Nel Decreto viene comunicato che per sopravvenuta impossibilità, si potrà richiedere il rimborso del biglietto come comunica l’articolo 1463 del Codice Civile. L’ultimo testo approvato dal Consiglio dei Ministri, però, oltre a prevedere il solo rimborso dà la possibilità agli operatori di optare per il voucher. Questo perché tale settore è in profonda crisi a causa del Coronavirus.

La norma varata in Consiglio dei Ministeri estende la possibilità, come comunica anche IlSole24Ore.it,  di rinunciare al viaggio senza perdere quanto si è speso. Fino ad ora tale possibilità era concessa e limitata soltanto ai casi di impossibilità assoluta. Parliamo delle persone in quarantena che dimorano nella zona rossa o quelle sottoposte ad isolamento perché contagiate dal virus.

Adesso il Decreto comunica che ci sarà sopravvenuta impossibilità in 6 casi: si partirà da chi è in quarantena fino ad arrivare a chi doveva partecipare ad eventi (come concerti e partite di calcio) o concorsi pubblici annullati  per colpa del Coronavirus. In questi ultimi casi basterà allegare alla domanda, in cui si chiederà il rimborso, il biglietto o un altro documenti che attesti la partecipazione a quel determinato evento.

Come avere il rimborso

Per ricevere un voucher o il rimborso del biglietto aereo, sarà necessario comunicare alla compagnia aerea di trovarsi in una delle situazioni per le quali si ha diritto al rimborso. Si dovrà ovviamente allegare il biglietto e qualora si tratti di concerti, concorsi: tutta la documentazione che attesti che si doveva partecipare a quell’evento.

La comunicazione andrà fatta entro trenta giorni che decorreranno: dalla cessazione della crisi o dai provvedimenti causati dal Covid19 in caso di vari divieti o quarantena mentre nel caso dei viaggi all’estero eliminati a causa di divieti imposti dalle Autorità a chi proviene dall’Italia a contare sarà la data di partenza. In quest’ultimo caso, il voucher o il rimborso potranno essere chiesti soltanto se il ticket di viaggio è stato acquistato nel nostro paese.

Infine la comunicazione dovrà essere fatta entro 30 giorni decorrenti (per coloro che avevano deciso di spostarsi per partecipare a degli eventi) dalla data di decisione dell’annullamento, della sospensione o del rinvio del corso, della manifestazione o dell’iniziativa.

Entro quindici giorni dalla comunicazione del cliente, poi, il vettore dovrà rimborsare il cliente di quanto speso o fornirgli un voucher di importo uguale a quello del biglietto. Quest’ultimo si potrà usare entro 1 anno dal giorno in cui verrà emesso anche nel caso si tratti di un ticket acquistato mediante agenzia di viaggi. Non è ancora però chiaro come dovrà avvenire la comunicazione ma si crede che i vari vettori lo comunicheranno sui propri siti ufficiali.

Pacchetti turistici: rimborsi

Il diritto di recesso potrà essere esercitato anche nei contratti di pacchetto turistico nei casi di ricovero, di quarantena con la sorveglianza attiva o qualora si debba restare a casa con sorveglianza attiva durante l’epidemia per Coronavirus nella aree del contagio che saranno individuate dai vari Dpcm che man mano si susseguiranno.

Per i pacchetti Dl 9/2020 varrà l’articolo 42 del Codice del Turismo in modo tale da garantire il diritto al rimborso senza tagliare le spese sostenute dall’organizzatore e senza che venga riconosciuto al cliente l’indennizzo supplementare che di solito è previsto dal Codice. Tale rimborso dovrà avvenire entro 15 giorni dal recesso e senza che si via un ritardo non giustificato.

Leggete anche: Coronavirus: rimborso biglietti aerei, aggiornamenti Ryanair, EasyJet, American Airlines e Swiss

[email protected]

Argomenti: ,