Coronavirus: aggiornamenti rimborsi palestre, gite scolastiche, musei, concerti ed eventi sportivi

Il Decreto del Governo prevede che vi sia un rimborso o un bonus dello stesso valore oltre che per aerei e viaggi anche per le gite scolastiche, le palestre, gli eventi sportivi, i concerti ed i musei: gli ultimi aggiornamenti.

di , pubblicato il
Il Decreto del Governo prevede che vi sia un rimborso o un bonus dello stesso valore oltre che per aerei e viaggi anche per le gite scolastiche, le palestre, gli eventi sportivi, i concerti ed i musei: gli ultimi aggiornamenti.

Il Decreto del Governo prevede che, a seguito delle cancellazioni per emergenza Coronavirus, vi sia un rimborso o un bonus dello stesso valore per i voli aerei e per i viaggi nonché per le gite scolastiche già pagate, per le palestre, gli eventi sportivi, i concerti ed i musei. Ecco le info in merito.

Palestre: i rimborsi

Come riporta il Corriere.it, il Governo ha varato un decreto grazie al quale si potrà richiedere un rimborso anche per gli eventi sportivi, le palestre, i concerti ed i musei. Per tali categorie, però, il discorso è maggiormente articolato. Per quanto concerne le palestre, infatti, bisognerà valutare caso per caso il tipo di abbonamento che si ha e cosa prevede ogni singola palestra. Qualora si abbia un abbonamento a tempo, esso potrà essere esteso per i giorni equivalenti alla chiusura mentre nel caso sia con un tot numero di entrate non ci dovrebbe essere alcun tipo di problema.

Gite scolastiche ed eventi sportivi

La Ministra Azzolina ha di recente comunicato che le gite scolastiche saranno sospese fino al 15 marzo mentre le altre non verranno cancellate a meno che la situazione non peggiori. In merito ad esse, le agenzie turistiche stanno premendo affinché vengano riprogrammate al più presto in quanto il loro stop ha prodotto un danno di più di 300 milioni di euro. Il Decreto, però, stabilisce che le famiglie dovranno ricevere un rimborso integrale dalle agenzie che a loro volta saranno risarcite dallo Stato. Inoltre ci sarà la facoltà da parte dei presidi di disdire le gite scolastiche per eventi di forza maggiore senza dover pagare delle penali.

Come riporta Corriere.it, poi, gli organizzatori degli eventi sportivi non dovranno risarcire i danni per l’annullamento o lo svolgimento a porte chiuse dell’evento in quanto la colpa non è da imputare all’ente ma a forze di causa maggiore.

Se l’annullamento o lo svolgimento a porte chiuse deriva da un provvedimento dell’Autorità, invece, si dovrebbe ricevere il rimborso del costo sostenuto oppure la cifra pagata per poter accedere ad un evento successivo.

Al momento per la Serie A soltanto metà dei club ha comunicato che erogherà rimborsi. Le altre società, infatti, hanno già comunicato che non lo faranno in quanto nei loro regolamenti vi sono clausole che escludono il diritto al rimborso o alle spese di trasferta qualora gli eventi vengano bloccati per forze maggiori. Associazioni dei Consumatori, come il Codacons, ritengono che tali clausole siano inaccettabili per cui ha disposto sulla pagina ufficiale un modulo per esercitare il rimborso, eccolo.

Musei e concerti annullati: che succede?

Per l’emergenza Coronavirus molti sono stati i concerti annullati e proprio per questo diversi rivenditori hanno inserito sulla propria pagina ufficiale le indicazioni per ricevere un rimborso parziale o totale del ticket acquistato a seconda dell’organizzatore dell’evento. Infine per le mostre ed i musei sempre sui vari siti ufficiali si troveranno info sui rimborsi parziali totali per i giorni di chiusura a seguito del provvedimento dell’Autorità.

Leggete anche: Coronavirus: rimborso biglietti aerei, aggiornamenti Ryanair, EasyJet, American Airlines e Swiss

[email protected]

Argomenti: , ,