Contratto affitto studenti universitari fuori sede: ecco come tutelarsi

Studenti fuori sede nuovamente alle prese con il contratto di affitto: il decreto ministeriale 30 dicembre 2002 fornisce modelli e requisiti per il contratto di locazione studenti

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il

Contratto affitto studenti 2011 – In questo periodo dell’anno sono molti i genitori insieme ai figli universitari, che cercano un alloggio per studenti fuori sede. Il mercato degli alloggi per studenti è in netta crescita. In quest’ottica c’è una grande richiesta di informazione da parte dei locatori ed anche dei conduttori, per quanto riguarda i diritti ed i doveri degli studenti e quali sono gli obblighi in capo al proprietario dell’appartamento.

Questi quesiti trovano risposta nella legge del 9 dicembre 1998 n. 431 “Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili ad uso abitativo”.

Contratto locazione studenti universitari

In particolare l’art. 5 di tale legge ha previsto che  con apposito  decreto ministeriale sono definite “le condizioni e le modalità” per la stipula di contratti di locazione di natura transitoria anche di durata inferiore ai limiti previsti  dalla presente legge (cioè di durata non inferiore a quattro anni, rinnovabili per altri quattro anni) per soddisfare particolari esigenze delle parti e che possono essere stipulati contratti di locazione  per soddisfare le esigenze abitative di studenti universitari sulla base di contratti tipo definiti  dagli accordi di cui al comma 3 della suddetta legge. Tale comma dispone che e’ facoltà dei comuni sede di università o di corsi universitari distaccati, eventualmente d’intesa con comuni limitrofi , promuovere specifici accordi locali per la definizione, sulla base dei criteri stabiliti ai sensi del comma 2 dell’art. 4, di contratti-tipo relativi alla locazione di immobili ad uso abitativo per studenti universitari.

Come stipulare un contratto di locazione studenti universitari

Modelli contratto locazione studenti – Il decreto ministeriale 30 dicembre 2002 di cui al citato art.5, ha stabilito i criteri generali per la stipula dei contratti di locazione per studenti universitari, disponendo che tali contratti devono essere  “stipulati esclusivamente utilizzando  i modelli di contratto” allegati a tale decreto, i quali  devono prevedere una specifica clausola che individui l’esigenza di transitorietà del locatore e/o  del conduttore da provare con apposita documentazione da allegare al contratto, i quali dovranno confermare il permanere della stessa tramite lettera raccomandata da inviare prima della scadenza del termine stabilito nel contratto. Tale D.M. stabilisce altresì i requisiti dei contratti di locazione per studenti universitari e la loro durata.Elenchiamo quelli essenziali:

  • Obbligo di residenza dello studente al di fuori del comune di residenza
  • Obbligo di regolare iscrizione ad un corso di laurea, di perfezionamento o di specializzazione
  • Durata compresa tra i sei mesi ed i tre anni
  • Rinnovo automatico, salvo disdetta anticipata da parte dell’inquilino
  • Possibilità di recesso da parte dello studente per “gravi motivi”ovvero di recesso parziale per lo studente che abiti insieme ad altri studenti
  • Divieto di sublocazione
  • Consegna dell’immobile con descrizione analitica delle sue  condizioni di conservazione
  • Deposito cauzionale fruttifero non superiore a tre mensilità

Studenti fuori sede affitto – I canoni di locazione sono quelli definiti in appositi accordi locali  sulla base dei valori per aree omogenee stabiliti negli accordi territoriali, come previsto dall’art. 1 del D. M. 30/12/2002.

Tale accordo prevede che le fasce di oscillazione del canone di locazione all’interno delle quali, secondo le caratteristiche dell’edificio e dell’unità immobiliare, è concordato tra le parti. Per ogni singolo contratto è possibile tenere conto della presenza del mobilio, di particolari clausole, delle eventuali modalità di rilascio.

Per incoraggiare la diffusione del “contratto-tipo”, la legge prevede sgravi fiscali per i proprietari privati che sceglieranno di applicare questo tipo di canone concertato.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Immobiliare

Leave a Reply