Conto corrente ma quanto mi costi: meglio il tradizionale o quello online?

Conto corrente ma quanto mi costi? E' meglio scegliere quello tradizionale o quello online? Ecco le info.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Conto corrente ma quanto mi costi? E' meglio scegliere quello tradizionale o quello online? Ecco le info.

Dallo scorso mese di novembre 2017 il costo del conto corrente annuo ha subito dei ritocchi di spese. Ci si chiede quindi se conviene sottoscrivere un cc tradizionale o uno online. Ecco le info in merito e quelle sui principali aumenti così come comunica il Corriere della Sera sezione Economia.

Conto corrente tradizionale: vince quello delle Poste Italiane

Per quanto concerne il conto corrente tradizionale, il costo annuo (va aggiunta imposta di bollo di 34,20 euro se la giacenza è superiore ai cinquemila euro) vede più conveniente quello offerto da Poste Italiane con Banco PostaPiù. L’indicatore sintetico di costo annuo di quelle delle Poste, infatti, per famiglia con uso medio della Banca si aggira intorno ai 75,15 euro per uso online e 85,15 euro per uso fisico. Segue il conto “Mio Plus” della Banca MPS con 80,7 per uso online e 86,2 per uso fisico mentre al terzo posto vi è il conto corrente “Qubi” della Banca Ubi con 81,1 euro per uso online e 92,1 per uso fisico.

Banche Online più economiche

La Ing Direct e la WeBank sono le Banche più economiche in quanto l’Isc ovvero l’indicatore sintetico di costo annuo del conto corrente è pari a 0. Qualora la giacenza superi i cinquemila euro si dovranno aggiungere 34,20 euro di imposta di bollo.  Nella classifica segue poi il conto “Iwbank” di UbiBanca a 3,80 euro mentre il “conto Digital” di Che Banca risulta essere quello più caro a 48 euro.

Purtroppo da tale analisi si evince che anche i conti web sono aumentati e ciò sopratutto per il rincaro della carta di credito. Questa, infatti, si sta diffondendo sempre più con l’effetto positivo di far sì che il contante che vi è in circolazione diminuisca. Altro motivo legato al rincaro è la commissione per la ricarica della carta di pagamento. Prima, presso alcune Banche, era gratuita mentre ora costa 1 euro come nel caso della Hello Bank della Bnl.

Aumenti conto corrente 2018

Secondo l’analisi del Corriere una famiglia che effettua mediamente 228 operazioni all’anno sul conto corrente ha speso a metà febbraio 32,89 euro di canone annuo per la carta di credito e quindi il 20% in più rispetto al 2017. Il bonifico allo sportello con addebito in conto ha avuto un aumento del 29% e quindi in media di 2,90 euro mentre il prelievo bancomat su altra carta è stato inferiore dell’11 % e quindi il costo approssimativo è stato di 1,68 euro.

Ecco alcune offerte:  Conto corrente a zero spese: ecco conto Arancio della Ing Direct che ti premia fino a 500 euro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Conto corrente

I commenti sono chiusi.