Conto corrente online e truffe: le operazioni di home-banking più a rischio

I conti corrente online sono sicuri? Ecco le operazioni di home banking più a rischio truffa e come difendersi

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
conto-corrente-online

I conti corrente online sono molto richiesti per praticità e convenienza. Dal rapporto “Banche e sicurezza 2016″ emerge però che le frodi via home-banking sono in aumento. Ecco i soggetti e le operazioni più a rischio.

A subire i danni delle truffe sui conti corrente online sono soprattutto le imprese. Lo strumento più usato è il bonifico. Veniamo ai dati.

Conti corrente online e sicurezza: le banche sono pronte alla rivoluzione digitale?

Lo 0,14% dei clienti Retail dei servizi di E-banking ha dichiarato di aver subito un furto di credenziali nel 2015. 1 cliente ogni 32.200 ha subito un danno economico da questa sottrazione indebita di dati sensibili.  I frodatori puntano soprattutto alle PMI. Scende però al tempo stesso la percentuale di imprese che, in seguito all’attacco informatico o al tentativo, ha subito un danno economico. Questo dato è sicuramente positivo e incoraggiante per quanto riguarda gli strumenti di lotta alle frodi informatiche.

Frodi informatiche: come vengono attaccati i conti online

I metodi tradizionali per appropriarsi indebitamente di denaro sui conti online vanno dal phishing (di norma attraverso un sessione di log direttamente da parte del frodatore che ha rubato le credenziali) al malware, di cui sono vittime molte aziende. Meno frequenti in Italia sembrano essere gli attacchi DDos a danno delle banche e le frodi sugli SMS per autorizzare operazioni di e-Banking (0,74%).

Bonifico online e ricariche: gli strumenti delle frodi online

Nel 71,3% dei casi la modalità usata per effettuare operazioni non autorizzate verso il segmento Retail è il bonifico. Questa percentuale però include anche le transazioni bloccate e che, quindi, non producono danni economici. Rapportando il numero di operazioni fraudolente al totale delle transazioni effettuate di e-Banking, si ottiene una percentuale pari allo 0,00011% (che equivale a dire un bonifico fraudolento ogni 900 mila). Altra via è la ricarica della carta prepagata.

Controlli fiscali: attenzione alle email truffa

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Conto corrente, Conti corrente online, Truffe

I commenti sono chiusi.