Conto corrente: cosa cambia da gennaio 2021?

Novità 2021 dal conto corrente al nuovo standard di sicurezza previsto dall'Eba.

di , pubblicato il
su costa investire nel 2021

Dal prossimo 1° gennaio 2021 i risparmiatori potrebbero vedere il proprio conto corrente bloccato per un mancato pagamento. Inoltre, tra le novità in programma che la necessità di adeguarsi al Psd2 ovvero al nuovo standard di sicurezza previsto dall’Eba (Autorità Bancaria Europea).

Conto corrente e le regole dal 2021

Le Banche potranno sospendere automaticamente i Rid con conseguente sospensione del conto corrente se non si pagheranno tre mensilità per un totale massimo di 100 euro. Questa è una grande preoccupazione per le imprese e le famiglie che non potranno più rateizzare i vari pagamenti. Unimpresa ha comunicato che tra le principali modifiche che avverranno nel nuovo anno ci sono le nuove regole per la gestione dei conti in rosso, il nuovo concetto del risparmiatore definito “inadempiente” e, come detto, il nuovo sistema di sicurezza.

I contanti: le novità del 2021

Attenzione: nella gestione del conto corrente bisognerà anche prestare attenzione ai prelievi in contanti che di solito non hanno limiti se non quelli imposti dalla filiale. Quando, però, i prelievi diventano sostanziosi potrebbe esserci l’allerta dell’Unità d’informazione finanziaria e di conseguenza anche del Fisco. Per evitare tutto ciò, il suggerimento è quello di effettuare prelievi superiori ai 10 mila euro.

Novità 2021: le sanzioni

Le sanzioni riguardano le violazioni dei limiti di pagamento in contanti imposti dal Governo. Dal 1° luglio, infatti, non si può pagare in contanti oltre i 2.000 euro mentre dal 1° gennaio 2022 la soglia scenderà a 1.000 euro. Chi non seguirà le regole avrà multe da 2 mila fino a 50 mila euro per operazioni fino a 250 mila euro e da 15 mila a 250 mila euro per cifre più alte.

Il costo del conto corrente

Secondo le stime de IlSole24ore il costo del conto corrente rispetto al 2019 è cresciuto di 1,6 euro ed il rincaro riguarda soprattutto i conti online.

Questi ultimi, infatti, nel 2020 hanno registrato un aumento di 5,90 euro. Anche le spese fisse sono aumentate di 2,1 euro arrivando fino a 57,6 euro. Sono calate invece quelle delle variabili così come i canoni delle carte di credito/debito. I rincari sarebbero da additarsi al sempre maggiore numero di carte in possesso dei correntisti e al numero sempre più alto di operazioni a pagamento eseguite con tali strumenti anche per i limiti imposti dal Governo.

Dal 2021 arriva la duplice autenticazione

Dal 1° gennaio 2021 (anche se si avranno a disposizione tre mesi per adeguarsi) ci sarà la doppia autenticazione per proteggere le transazioni con pagamenti elettronici. Le applicazioni del nuovo sistema di Psd2 riguarderanno nel dettaglio i pagamenti online, i servizi di informazione e la disponibilità di fondi previsti in caso di pagamenti fatti con  carte di debito appartenenti ad operatori diversi rispetto a quelli dove si tiene il conto.

Potrebbe interessarti: Conto corrente: i migliori di dicembre 2020

[email protected]

Argomenti: ,