Conti deposito febbraio 2014, le migliori offerte del mese

Quali sono i conti deposito più convenienti per il mese di febbraio 2014? Ecco una panoramica sulle offerte

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Quali sono i conti deposito più convenienti per il mese di febbraio 2014? Ecco una panoramica sulle offerte

Continuiamo il nostro mensile aggiornamento sulle offerte dei conti deposito comparando le proposte di febbraio 2014. L’attenzione dei consumatori è sempre più rivolta a questa forma di risparmio, che concilia redditività e sicurezza (anche a fronte degli aumenti nelle spese per i conti correnti e del calo degli interessi dei Bot). I conti deposito vincolati quindi sono per molti il miglior compromesso: ma quale scegliere? L’offerta è ampia e la scelta dipende anche dall’utilizzo e dalla proprie esigenze personali. Fissiamo come parametro un capitale di 20 mila euro per mettere a confronto le differenti offerte bancarie del mese di febbraio.     Il ContoSuIBL di IBL Banca si conferma tra i più redditizi: per i vincoli a 12 mesi offre un tasso lordo del 3,00%. Azzerate le spese: non ci sono costi di apertura o gestione e l’ imposta di bollo è a carico di IBL Banca. Se il vincolo spaventa si può aprire il conto senza congelare i risparmi e mantenendo la possibilità di prelievo in qualsiasi momento ma l’interesse scende al 2,00% lordo annuo Conto Deposito Che banca! È un’altra costante di queste panoramiche mensili. Il tasso lordo per nuovi clienti che aprono il conto entro il 26 febbraio 2014 è del 2,00% per un vincolo di un anno. Non ci sono spese extra ma l’imposta di bollo è a carico del cliente (40 euro). Se si ha bisogno di liquidità si può estinguere il vincolo anticipatamente: i depositi a 3, 6 e 12 mesi possono essere infatti secondo le condizioni svincolati in qualsiasi momento, senza senza penali. Sulla somma depositata viene riconosciuto il tasso base. Il conto deposito è associato al conto corrente senza spese dello stesso istituto. Sul conto corrente Fineco invece si può abbinare l’opzione CashPark, che prevede un tasso di interesse lordo del 1,50% per vincoli a 12 mesi. L’imposta di bollo anche in questo caso è a carico del cliente e ammonta a 34,20 euro l’anno. E’ attivabile congiuntamente anche l’opzione “svincolabile”, che permette di prelevare in tutto o in parte le somme depositate, anche prima della scadenza e senza preavviso, rinunciando però in tutto o in parte agli interessi maturati.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte