Conti deposito 2011: perchè saranno sempre più convenienti

Cerchiamo di capire perchè i rendimenti dei conti deposito 2011 dovrebbero crescere

di Redazione Finanza Personale, pubblicato il
Cerchiamo di capire perchè i rendimenti dei conti deposito 2011 dovrebbero crescere

Conti deposito 2011

Conti deposito on line – Dopo un periodo di apparente affievolimento, sembra tornare in grande stile l’interesse dei risparmiatori italiani nei confronti dei conti correnti di deposito, rapporti bancari spesso accesi direttamente online presso istituti di credito che offrono piattaforme “virtuali” di deposito, che garantiscono un rendimento concorrenziale rispetto agli strumenti finanziari a breve termine, con la sicurezza dell’adesione al Fondo di garanzia dei depositi, e con la libertà di poter gestire le somme senza alcun vincolo, o quasi. Aliquota rendimenti conto corrente – Negli ultimi giorni, d’altronde, due sembrano essere state le mosse in favore dei già citati conti di deposito. Della prima si è detto già tutto: l’aliquota applicata sui rendimenti dei conti correnti, a titolo di ritenuta fiscale, scenderà dal 27% attuale al 20%, in un’ottica di uniformità dell’imposizione fiscale su tutti i rendimenti finanziari. L’iniziativa renderà più conveniente il rendimento (netto) delle somme depositate su tali conti, poiché ridurrà l’imposizione fiscale di un quantitativo che non dovrebbe essere sottovalutabile, anche per somme non a cinque zeri. Aumento tassi Bce – La seconda mossa proviene invece dalla Banca Centrale Europea e, in generale, dai mercati finanziari internazionali. L’istituzione monetaria del vecchio Continente continua infatti ad incrementare il costo del denaro (con l’aumento deliberato la scorsa settimana, il tasso ufficiale di riferimento per le operazioni di rifinanziamento è balzato all’1,50%, e dovrebbe avvicinarsi ai 2 punti percentuali entro la fine dell’anno), e i mercati finanziari recepiscono l’incremento dei parametri di indicizzazione trascinando al rialzo gli altri indicatori del costo del denaro. Rendimenti conti deposito 2011 – Quanto sopra potrebbe avere come effetto diretto un generale aumento dei tassi debitori e creditori applicati agli strumenti bancari. Di conseguenza, i rendimenti lordi dei conti deposito dovrebbero crescere a breve, allineandosi alla redditività espressa dai mercati. Tassi di interessi lordi maggiori, e aliquote fiscali minori, contribuiranno pertanto a migliorare la remunerazione delle somme depositate sui conti deposito. A discapito, probabilmente, di quei titoli ad elevata sicurezza che dovrebbero invece essere penalizzati dal “super bollo”, la nuova imposta di bollo che sarà prevista sui deposito titoli, per importi ben più elevati del passato: i titoli di Stato.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte