Conti correnti ed i tassi negativi: ecco come proteggersi e le alternative come i conti deposito e i bfp

Cosa sono i tassi di interesse negativi sui conti correnti e le alternative a questi ultimi come i buoni fruttiferi postali e i conti deposito.

di , pubblicato il
Cosa sono i tassi di interesse negativi sui conti correnti e le alternative a questi ultimi come i buoni fruttiferi postali e i conti deposito.

Gli italiani hanno l’abitudine di lasciare il proprio denaro sul conto corrente in quanto sperano di poter così ottenere degli interessi. Lasciare denaro sul conto, però, adesso non conviene davvero più anche perché le Banche potrebbero applicare dei tassi negativi sui conti con giacenza superiore ai 100 mila euro. Ecco allora come proteggersi e le alternative come i conti deposito e di buoni fruttiferi postali.

Tassi di interesse negativi: cosa sono e come proteggersi

Quando viene depositato del denaro si ricevono degli interessi in proporzione alla somma versata. Con il tasso negativo, invece, i correntisti che depositano i propri soldi sul conto si ritrovano a pagare una percentuale alla Banca ma soltanto per importi superiori ai 100 mila euro. Tale processo non è nuovo in quanto già è stato avviato dalla Germania, dalla Svizzera e nel Nord Europa. Tradotto: si penalizza chi risparmia troppo.

Per proteggersi dagli eventuali tassi di interessi negativi ovviamente il suggerimento sarà quello di non superare mai tale cifra sul conto e magari investire il proprio denaro. Il problema però è che gli italiani non sono propensi ad eseguire tale operazione per cui si prevede che, qualora davvero varie banche applichino interessi negativi, ci sarà una spietata concorrenza  e un incremento dei prezzi.

I propri risparmi si potrebbero investire in azioni o obbligazioni o comprare azioni di società quotate in borsa. Si ricorda che, ovviamente, più saranno alti i guadagni, più sarà alta la possibilità che vi siano dei rischi. Un’altra alternativa per non tenere i soldi sul conto corrente sarà quella di investire nel mattone in quanto esso sarà un investimento non soltanto sicuro ma anche redditizio (si potrà infatti percepire un affitto o non pagarlo in quanto l’immobile diventerà di proprietà).

E i conti deposito?

Un’alternativa al conto corrente potrebbe essere il conto deposito, forma di investimento sicura fino a 100 mila euro. Questo perché fino a tale cifra si è protetti dal Fondo Interbancario di Tutela grazie al quale si potranno recuperare i propri soldi in caso di fallimento della Banca.

Infine una buona alternativa ai conti correnti potrebbero essere i buoni fruttiferi postali che, nonostante offrano dei rendimenti bassi, sono garantiti dallo Stato ed emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti. Ovviamente più lunga sarà la scadenza del buono maggiori saranno gli interessi che si avranno. Quelli con il rendimento più alto al momento sono i 4×4 per chi desidera investire il proprio capitale fino a 16 anni contando su interessi fissi crescenti. Si avrà flessibilità di rimborso dopo 4,8 e 12 anni con il riconoscimento degli interessi maturati che al dodicesimo anno saranno dell’1,25%.

Leggete anche: Risparmiare denaro: ecco come spendere meno giorno per giorno.

[email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.