Conti corrente aprile 2014, le migliori offerte del mese

Aprire un conto corrente può portare anche a guadagnare sugli interessi grazie alle nuove offerte a metà tra internet e filiale. Vediamo le più convenienti del mese

di Alessandra De Angelis, pubblicato il

conti offerteAnche ad aprile 2014 i conto correnti più richiesti sono quelli a zero spese. Molti di questi operano online e alcuni hanno anche rendimenti sulle somme in giacenza da non sottovalutare.  Vediamo quali sono le migliori offerte del mese per i nuovi correntisti. Tra le soluzioni migliori si piazza Conto BancoPosta Click di Poste Italiane: imposta di bollo azzerata e bonifici online, prelievi Atm anche di altre banche sono gratis. I bonifici allo sportello invece costano 2.50 euro mentre i prelievi all’estero si pagano 1,75 euro. Per i correntisti che aprono BancoPosta Click entro il 30-6-2014 è previsto in via promozionale un tasso d’interesse dell’1,75%   Si conferma tra le più convenienti la proposta di Conto corrente Arancio di Ing Direct: anche in questo caso l’imposta di bollo non si paga e bonifici e prelievi sono gratuiti anche all’estero. Conto Corrente Freedom One di Banca Mediolanum  è un valido conto corrente a zero spese con rendimenti all’altezza dei conti deposito (interesse annuo lordo del 2,50% per vincoli a 12 mesi). Offre carta di credito personalizzata. Il conto corrente online proposto da Webank non ha spese o canone e garantisce tassi di interesse attivi pari a 0,35%. I prelievi in Italia e nell’area Euro sono gratuiti. Il conto DB Online Plus di Deutsche Bank online ha tassi di interesse attivi pari allo 0,25% sulla giacenza fino a 50.000 euro. Youbanking del gruppo Banco Popolare offre tassi di interesse attivi pari allo 0,01% a fronte dell’azzeramento del canone. Anche questo conto abbina i vantaggi della filiale vicino casa come punto di riferimento alla comodità di internet.            

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Conto corrente, Conti corrente a confronto

Leave a Reply