Comprare casa? le 7 cose da verificare per vivere felice

Prima di comprare casa, bisogna effettuare i dovuti controlli: ecco 7 punti fondamentali da verificare per poter vivere in modo sereno e senza brutte sorprese.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Prima di comprare casa, bisogna effettuare i dovuti controlli: ecco 7 punti  fondamentali da verificare per poter vivere in modo sereno e senza brutte sorprese.

Prima di comprare casa bisogna verificare varie cose per non avere sorprese e vivere felici.
Una volta effettuata una selezione sulla convenienza in base al costo, alla superficie e alla posizione, bisogna effettuare ulteriori riscontri.
Per prima cosa bisogna valutare la zona, la corrispondenza del valore stimato nell’offerta, l’affidabilità dei venditori e la fiducia nell’agenzia intermediaria. Poi successivamente bisogna effettuare un riscontro di tipo diagnostico, e su questa valutazione è il caso di rivolgersi ad un tecnico professionista esperto. Perché una volta acquistata la casa, se vi sono delle problematiche importanti, è più difficile risolverle e più costoso.

Le valutazioni da fare si possono racchiudere in 7 punti:

1. Prima di comprare casa , conoscere ed informarsi della zona

Per conoscere la zona, bisogna informarsi con il vicinato, gli amici o gli abitanti dell’area. Verificare se ci sono tutti i servizi necessari: trasporti pubblici, scuole, aree verdi, negozi di vicinato, presidi sanitari, ecc., capire le distanza e come raggiungere il posto con mezzi propri e mezzi pubblici, eventuali zone di parcheggio, e così via.
L’ideale è dare un incarico ad un tecnico di fiducia se la zona rientra nel perimetro urbano, se è zona storica (necessità di permessi di accesso), urbana o sub-urbana (probabile mancanza di servizi). Oppure collinare, pedecollinare, paesaggistica, agricola, o altro. Non sempre la valutazione di mercato della “zona”, corrisponde alla posizione urbanistica.

2. Procurarsi una planimetria aggiornata

Chiedere una planimetria aggiornata della casa da comprare, valutarla insieme al tecnico per  verificare le dimensioni, la corrispondenza delle superfici dichiarate, la conformità urbanistica ed edilizia.

3. Prima di comprare casa, verificare la fattibilità dei cambiamenti che si vogliono apportare

Analizzare le modifiche progettuali che si vogliono apportare e vedere se sono fattibili. Non sempre è possibile fare tutto quello che si desidera, spesso ci sono difficoltà tecniche o burocratiche.
L’importante è valutare la struttura e la tipologia, se si è in zona ad alto rischio sismico, è consigliabile un accertamento generale negli Uffici del Genio Civile.

4. Controllare che la casa disponga di le certificazioni obbligatorie

Controllare che la casa che si vuole acquistare disponga di tutte le certificazioni obbligatorie, dall’agibilità, alle dichiarazioni di conformità degli impianti, fino all’ APE  (Attestazione di Prestazione Energetica)

Efficienza energetica in casa: ecco una guida agli incentivi

5. Controllare il comfort acustico

Se l’unità risulta derivata da un frazionamento posteriore al 1997, far verificare con apposita strumentazione i requisiti acustici passivi. I Tribunali riconoscono forti svalutazioni in assenza di rispondenza ai requisiti di legge.

 6. Prima di comprare casa, verificare la presenza di box – posto auto

Se l’immobile è situato in centro ed è sprovvisto di box auto o posto pertinenziale, controllare se non sia stato incluso nel permesso di costruzione, se è così esigete il posto auto abbinato senza ulteriori aggravi.

7. Procurarsi le carature millesimali

Se la casa è in condominio, è importante procurarsi le carature millesimali. Le caratteristiche che incidono sul valore millesimale sono tante, quindi farsi dare le tabelle aggiornate e farne la verifica con la valutazione economica richiesta, prima di provvedere all’acquisto definitivo della casa.

Tabelle millesimali: ecco come effettuare il calcolo

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Immobiliare, Mutui e Prestiti, Leasing immobiliare