Certificati deposito 2016: quanto vengono tassati gli interessi?

Quale è la tassazione applicata sugli interessi dei certificati deposito nel 2016?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il

certificati depositoUna delle fonti di risparmio preferite dagli italiani rimangono i certificati di deposito. Attraverso i depositi vincolati del denaro, infatti, si ottiene alla scadenza un certo margine di rendimento.   Quale tassazione si applica ai certificati deposito 2016? Per cercare di comprendere quale sia in rendimento che un certificato deposito può portare bisogna, infatti conoscere la tassazione che viene applicata.   I certificati deposito rientrano tra i redditi di capitali regolati dal TUIR e proprio in base al Testo unico la tassazione che colpisce i certificati depositi si applica agli interessi maturati dagli stessi nel periodo in cui la somma è vincolata. Gli interessi maturati dai certificati deposito nel 2016 vengono tassati attraverso il sistema di ritenuta alla fonte a titolo di imposta con l’applicazione di una aliquota pari al 26%. Cosa significa questo? E’ la stessa banca ad effettuare il calcolo di imposta da applicare al risparmiatore versando la somma di denaro al netto della ritenuta fiscale. L’aliquota del 26% è stata introdotta dal 1 luglio 2014 con l’entrata in vigore del decreto legislativo numero 66 del 2014, tutti i redditi, quindi, che derivano da certificati deposito sottoscritti prima del 1 luglio 2014, così come precisa la circolare dell’Agenzia delle Entrate 19/E del 27 giugno 2014, continueranno ad essere assoggettati alla tassazione precedente pari al 20%, mentre a tutti quelli sottoscritti dal 1 luglio 2014 in poi si applicherà l’aliquota del 26%. Il risparmiatore, inoltre, oltre a valutare la tassazione degli interessi al 26% per valutare la convenienza o meno dei certificati deposito, dovrà tenere presente anche a quanto ammonta l’imposta di bollo certificati deposito che nel 2016 è pari al 2 per mille della somma depositata.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Certificati deposito