Cenone di Natale e Capodanno 2020: ecco dei consigli per risparmiare e non sprecare

Ecco dei suggerimenti di Adiconsum, associazione a difesa dei consumatori, per risparmiare e non sprecare in vista del cenone della vigilia di Natale e di Capodanno 2020.

di , pubblicato il
Ecco dei suggerimenti di Adiconsum, associazione a difesa dei consumatori, per risparmiare e non sprecare in vista del cenone della vigilia di Natale e di Capodanno 2020.

Manca poco al cenone di Natale 2019 nonché a quello di Capodanno e tutti desiderano fare bella figura con una tavola bella ed imbandita. Il problema, però, è che in questo periodo si accentuano anche le cattive abitudini alimentari sopratutto quelle dello spreco di cibo. Ecco allora dei consigli utili per non sprecare e risparmiare diramati dall’Associazione a Difesa dei Consumatori “Adiconsum“.

Risparmiare e non sprecare: le parole d’ordine per il cenone d Natale e Capodanno

È possibile risparmiare durante il periodo delle festività natalizie, basta soltanto seguire dei semplici consigli. L’Adiconsum, in primis, suggerisce di stilare una lista della spesa e seguirla con attenzione senza lasciarsi trarre in inganno dai cosiddetti prodotti “civetta”. Inoltre quando si esce a fare la spesa si dovrà portare con sé sempre la busta e poi si dovrà tenere traccia (magari su un quaderno) di quanto si è speso.

Un altro importante suggerimento sarà quello di scegliere dei prodotti con una data di scadenza più lontana e quello di sfruttare al massimo le promozioni e gli sconti del periodo (ovviamente dei prodotti che serve comperare). E ancora, un buon consiglio sarà quello di utilizzare i coupon qualora si abbiano e di acquistare la verdura e la frutta di stagione. Infine, l’ultimo ma il più importante suggerimento sarà quello di non cestinare gli avanzi ma cercare di riutilizzarli.

Risparmiare significa preservare l’ambiente

Un consumo razionale dei prodotti per il cenone di Natale e di Capodanno permetterà di risparmiare e allo stesso tempo non sprecare. In questo modo, nel proprio piccolo, si aiuterà a combattere il riscaldamento climatico.

Dai dati diffusi dalla Fao, si evince che lo spreco alimentare è responsabile di circa il 5 per cento delle emissioni che generano il riscaldamento globale.

Inoltre lo spreco alimentare pro capite arriva anche ai 280/300 chili all’anno mentre un terzo della produzione annua mondiale finisce cestinata (questo accade nonostante nei paesi più poveri si lotti ogni giorno per non soccombere per la fame).

Adiconsum consiglia quindi di indottrinare i più giovani affinché si rendano conto che lo spreco del cibo non fa bene al pianeta che anno dopo anno collassa sempre più.

Leggete anche:  Offerte di Natale su Amazon, sconti su prodotti casa e cucina

[email protected]

Argomenti: ,