Cashback di Stato: transazioni non acquisite, ecco cosa succede

PagoPa fornisce precisazione ai cittadini che hanno aderito al programma Cashback di Stato e pagano in contactless.

di , pubblicato il
Quali sono gli acquisti non idonei per la partecipazione alla lotteria scontrini 2021.

PagoPa Spa che è la società incaricata dal Mef (Ministero della Finanze) per lo sviluppo e la gestione della piattaforma base del Cashback ha fornito delle precisazioni ai cittadini che hanno aderito al programma a dicembre. Nel comunicato si legge che in questo primo periodo di operatività alcuni cittadini iscritti tramite IO potrebbero notare la mancata acquisizione del pagamento fatto in contactless ovvero avvicinando la carta al Pos. Ecco maggiori dettagli in merito.

Cashback: transazioni non acquisite in contactless

PagoPa avverte i cittadini iscritti al programma Cashback tramite app IO che potrebbero notare la mancata acquisizione dei pagamenti fatti in contactless tra le transazioni conteggiate per ricevere il rimborso. Il problema, però, non è da additarsi a tale tecnologia e nemmeno al differente funzionamento tra il circuito internazionale e nazionale.

Il problema si verifica se il cittadino ha registrato la propria carta di debito abilitata al pagamento online (utilizzabile sua su doppio circuito PagoBancomat/Maestro che su PagoBancomat/V-Pay) nella sezione “portafoglio” dell’applicazione IO con la sola procedura guidata relativa alle carte PagoBancomat (quindi senza averle registrata anche come carte di debito, credito o prepagata). È probabile, quindi, che l’acquisto venga escluso dal programma Cashback perché addebitato sul Pos del secondo circuito (esempio V-Pay/Meastro) non registrato sulla app IO. È il caso delle carte chiamate “co-badge” che sono quelle che riportano tutti e due i loghi dei circuiti su indicati ai quali sono associati due diversi codici Pan (due numeri di carta).

Cosa succede da gennaio 2021

A partire da gennaio 2021 terminerà la fase di sperimentazione del programma Cashback in quanto entrerà a regime. Verrà quindi rilasciata una nuova versione aggiornata dell’applicazione IO e, grazie ad essa, coloro che hanno le tipologie di carte su indicate potranno partecipare con tutta tranquillità al programma caricando anche questo secondo Pan.

Per risolvere il problema, comunque, si dovrebbero registrare due volte le carte co-badge, una per ogni circuito di pagamento. Infine PagoPa annuncia che le transazioni risultaeranno sempre valide se verrà inserita la carta nel Pos e si digiterà il Pin quando si fa un acquisto.

Potrebbe interessarti: Cashback, ecco il trucco per avere il rimborso anche con gli acquisti su Amazon

[email protected]

Argomenti: ,