Cashback di Stato: si può usare una carta intestata ad altri? E quella per minori?

Come funziona il Cashback di Stato: è possibile utilizzare una carta intestata ad altri? E quella intestata ai minori può partecipare all'iniziativa?

di , pubblicato il
Quali sono gli acquisti non idonei per la partecipazione alla lotteria scontrini 2021.

La parola Cashback significa ottenere indietro del denaro in cambio degli acquisti che si effettuano. Il termine viene dall’inglese “cash” che significa soldi mentre “back” indietro per cui il significato è ottenere soldi indietro ovvero ricevere un rimborso.

Dal 1° gennaio 2021 è partito il Cashback di Stato grazie al quale è possibile ricevere il rimborso del 10% delle spese effettuate mediante pagamenti elettronici. In molti si chiedono però se è possibile partecipare utilizzando una carta intestata ad altri e se è possibile concorrere anche le carte intestate ai minori. Ecco maggiori dettagli in merito.

Come funziona il Cashback di Stato

Il Cashback di Stato è una delle misure pensate dal Governo per disincentivare l’uso del contante per contrastare l’evasione fiscale. Esso non è né uno sconto né un guadagno bensì un rimborso in quanto il denaro viene accreditato in seguito quando la spesa è già stata effettuata. Il Cashback è il rimborso non di tutto quello che si spende bensì di una percentuale che è esattamente il 10% della spesa fino ad un massimo di 1.500 euro a semestre. Ricordiamo che il primo semestre va dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021, il secondo dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021 mentre l’ultimo dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2022.

Per accedere al Cashback bisogna essere maggiorenni e registrarsi all’app IO che è la piattaforma della Pubblica Amministrazione. Bisogna indicare il proprio codice fiscale ed inserire uno o più modelli di pagamento che si utilizzeranno per partecipare al programma. Infine è necessario inserire l’Iban del conto corrente sul quale verrà accreditato il rimborso.

Per il Cashback di Stato si può usare una carta intestata ad altri o quelle per minori?

In molti si chiedono se le carte intestate ai propri figli minorenni possono partecipare al Cashback di Stato.

Ebbene la risposta è negativa in quanto i minorenni non possono partecipare all’iniziativa del Governo. Solo se si è titolari della carta del proprio figlio allora la si potrà registrare tra i metodi di pagamento elettronici ed attivarla sul profilo per fruire del Cashback di Stato.

A chi invece si chiede se nel nucleo familiare potranno partecipare all’iniziativa tutti i maggiorenni, la risposta è affermativa in quanto non è previsto un limite al numero dei partecipanti. Ogni persona maggiorenne e residente in Italia potrà iscriversi individualmente e ricevere il proprio rimborso.

In molti si chiedono inoltre se è possibile partecipare all’iniziativa del Governo con una carta che non è la propria e la risposta a questa domanda è no. È necessario infatti essere titolari dei metodi di pagamento elettronico su cui si attiva il Cashback. Nel caso in cui il metodo sia cointestato, invece, solo uno dei titolari potrà concorrere al programma con quella carta.

Potrebbe interessarti: Cashback di Stato: rimborso e codice sicurezza CVV

[email protected]

Argomenti: ,