Carta di debito: come funziona, costi, rischi ed il furto di identità

Come funziona, quanto costa, quali rischi e le info sul rischio di furto di identità della carta di debito.

di , pubblicato il
Ecco i migliori conti deposito vincolati di aprile 2021: quelli che rendono di più di un semplice conto corrente.

La carta di debito è lo strumento mediante il quale è possibile effettuare acquisti ed operazioni presso tutti gli sportelli ATM aderenti ad un determinato circuito (il Bancomat è il più noto). Ecco allora come funziona, quali sono i costi, i rischi e le info sul furto di identità.

Come funziona e i costi della carta di debito

La carta di debito funziona in modo molto semplice in quanto è necessario soltanto digitare un pin quando si svolgono delle operazioni. Esistono anche carte dotate di tecnologia contactless per cui se si fa un acquisto entro i 50 euro non è necessario digitare il pin. In ogni caso il suggerimento è quello di conservare la ricevuta dell’avvenuta transazione.

Si ricorda poi che ci saranno dei massimali di utilizzo della carta sia mensili che giornalieri. Quando si raggiungeranno e si vorrà fare una transazione, essa non verrà autorizzata.

Per quanto concerne i costi della carta di debito essi sono in primis il canone annuale che molto spesso è compreso nel canone per i conti a pacchetto. Ci sono poi le commissioni per i prelievi che solitamente non sono applicate quando si preleva dagli ATM della propria Banca ma potrebbero essere applicate quando si preleva dagli altri.

E ancora, un altro costo potrebbe essere rappresentato dalla conversione dei pagamenti e dei prelievi che vengono effettuati in monete differenti dall’euro. Per quanto concerne la carta di debito, infine, si ricorda che il rinnovo sarà automatico e con la possibilità di recedere in ogni momento senza pagare nulla.

Rischi e furto di identità carta di debito

Sicuramente il rischio maggiore legato alla carta di debito è che essa venga clonata, smarrita o rubata.

Se si verificherà un furto o lo smarrimento, comunque, bisognerà subito bloccarla chiamando il numero verde gratuito sia dall’Italia che dall’estero (quello fornito l’emittente). Fatta tale chiamata, poi, verranno attivate subito le procedure di blocco per evitare danni economici. Qualora fossero state fatte delle operazioni non autorizzate prima della comunicazione da parte dell’utente, quest’ultimo potrebbe pagare soltanto una franchigia nel caso in cui abbia custodito con cura la carta nonché i codici autorizzativi.

I crimini di furto di identità in Italia ma anche nel resto dell’Europa sono in continua crescita ed il motivo principale è l’uso sempre maggiore di internet. Proprio per arginare tale problema il Ministero dell’Economia e della Finanze ha ideato un sistema pubblico di prevenzione amministrativa delle frodi grazie al quale viene impedito il furto dell’identità di chi fa l’acquisto o un’altra operazione online. In ogni caso un suggerimento per cautelarsi da eventuale furti di identità è quello di non fornire il consenso al trattamento dei dati per fini promozionali a società diverse da quella con la quale si sta acquistando. E ancora, un altro consiglio è quello di verificare sempre quando si acquista qualcosa in rete le recensioni di altri utenti e di diffidare sempre di e-mail che arrivano da indirizzi che non si conoscono. Si dovrà fare attenzione soprattutto a quelle che contengono allegati in quanto questi ultimi potrebbero contenere dei virus. Infine un ultimo suggerimento è quello di navigare soltanto su siti sicuri. I browser moderni, comunque, segnalano siti sospetti.

[email protected]

Argomenti: ,