Carta di credito a stranieri: ecco cosa c’è di vero

E' vero che gli stranieri ricevono dal governo una carta di credito caricata con 37 euro al giorno da spendere? Dove nasce la falsa notizia

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
E' vero che gli stranieri ricevono dal governo una carta di credito caricata con 37 euro al giorno da spendere? Dove nasce la falsa notizia

Gira sul web, e in particolare nei social, la notizia del riconoscimento di una carta di credito riservata agli stranieri e caricata con un budget 37 euro da spendere ogni giorno. Si tratta di una bufala sensazionalistica? La risposta è si. Vediamo come smontarla e qual è il fondo di verità.

Secondo la falsa notizia della carta di credito per gli stranieri, questi ultimi avrebbero diritto ad un importo di 37 euro al giorno per vitto e alloggio. Basta cercare il riferimento legislativo per rendersi conto che si tratta di una bufala: c’è chi parla di una proposta di legge del Pd in discussione e chi invece riferisce di una normativa già approvata e in vigore.

Del resto in questo periodo di crisi economica stagnante è facile fare leva su sentimenti xenofobi. Ma qual è il fondo di verità della bufala della carta di credito per stranieri? Probabilmente questa falsa notizia trova fondamento nella “social card“. E’ bene ribadire che questa si riferisce ai soldi che vengono elargiti alle cooperative che gestiscono vitto, alloggio e assistenza ai migranti. I richiedenti hanno a disposizione una somma minima, che varia da uno a due euro e mezzo, che può essere usata per telefonare alla famiglia nel paese di origine o per piccole spese personali di tutti i giorni.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte