Carta di credito: attenzione ai prelievi

Carte di credito, sempre più alti i costi che applicano le banche per i prelievi in contante: ecco una classifica delle banche con costi più alti.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Carte di credito, sempre più alti i costi che applicano le banche per i prelievi in contante: ecco una classifica delle banche con costi più alti.

Fate attenzione ai prelievi con carta di credito, specialmente se avete programmato una vacanza in Gran Bretagna, preparatevi a spendere più di dieci euro per ogni anticipo di 200 euro di contante, se usate la carta di credito per prelevare i soldi. In media, in Italia se prelevate 200 euro alla banca lascerete circa 7 euro.

Carta di credito: sconsigliato il prelievo allo sportello automatico

Usare la carta di credito per il prelievo allo sportello automatico, è sconsigliato, soprattutto nei Paesi extra Ue, dove si somma l’effetto – valuta. Il prelievo con carta di credito viene ritenuto un finanziamento, in quanto il contante viene anticipato.

Carta di credito e pagamenti

I pagamenti con carta di credito, ad esempio: il conto dell’albergo, il pagamento del ristorante ecc., in Italia sono sempre gratis, diversamente nei paesi fuori dall’aria euro dove si paga la conversione valutaria.

I costi inerenti all’utilizzo della di credito, applicati dalle banche, sono sempre più cari.

L’utilizzo delle carte è cresciuto, circa del 12% le transazioni con carte di pagamento sui terminali Pos nel 2015 rispetto all’anno prima, lo rileva l’ultima relazione della Banca d’Italia.
Le carte di credito sono diventate più sicure, il tasso di frode è sceso al minimo, lo 0,01% del transato, su Pos o sportelli automatici, mentre sul web o al telefono il tasso è aumentato dallo 0,36% allo 0,4%.

Carte di credito: le banche aumento i costi

Il canone delle carte di credito è cresciuto in media del 12% nell’ultimo anno, il costo è passato da 29 a 32 euro, è quanto rileva un indagine dell’ Università di Bocconi.

Ecco le banche che hanno aumentato i costi:

  • Intesa Sanpaolo il costo sale da 30 a 60 euro;
  • la Popolare di Milano e Banco Popolare il costo sale da 30 a 50;
  • la Deutsche Bank il costo sale da 30 a 40;
  • la CartaSi finita ai fondi di private equity, il costo sale da 35 a 50;
  • l’Unicredit il costo sale da 35 a 38, con un costo d’emissione di 10 euro;
  • American Exress, rimane la più alta, con un costo di 80 euro.

Carta di credito: spese pesanti per i prelievi in contanti

Per prelevare con carta di credito 200 euro in Italia e nell’area euro oggi ci vogliono in media 6,80 euro, oppure 3,47 euro ogni 100 (contro i 3,31 euro del 2015).
Fuori dall’area euro circa il doppio, per avere 200 euro servono 10,35 euro. La commissione di anticipo contante, oggi pesa in media il 3,6% con un minimo di 2,9 euro, per un prelievo di circa 50 euro bisogna pagarne tre.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte