Calendario saldi invernali 2022 (aggiornato) e vademecum per fare buoni acquisti

Ecco il calendario aggiornato dei saldi invernali 2022 ed un vademecum (regole) per effettuare degli ottimi acquisti.

di , pubblicato il
saldi estivi

È quasi definitivo il calendario dei saldi invernali 2022 per i quali c’è grande attesa. In quasi tutta la penisola la data di inizio sarà il 5 gennaio e quindi il primo giorno feriale prima della festa dell’Epifania. Ecco allora il calendario aggiornato regione per regione ed un vademecum per fare buoni acquisti.

Calendario saldi invernali 2022: date regione per regione

Partendo in ordine alfabetico, si evince che la data di inizio dei saldi invernali 2022 in Abruzzo sarà il 5 gennaio. Essi dureranno per massimo 60 giorni. La Basilicata, invece, ancora non ha fornito una data precisa mentre in Campania partiranno il 5 gennaio e termineranno il 1° marzo 2022. Nello stesso giorno i saldi invernali 2022 partiranno anche in Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia e Marche. Anche la regione Molise non ha ancora diramato una data precisa mentre il Piemonte si allineerà con tutte le altre regioni per cui la data di inizio sarà il 5 gennaio. La Puglia ha comunicato come data quella del 7 gennaio (ha quindi posticipato di due giorni) mentre in Sardegna, come comunica la regione, partiranno il 5 gennaio. In Sicilia la data di inizio sarà invece il 2 gennaio, in Toscana il 5 gennaio, in Trentino Alto Adige l’8 gennaio ed in Umbria il 5 gennaio. Infine, previa consultazione con le Associazioni del Commercio, la regione della Valle D’Aosta ha stabilito di avviare le vendite di fine stagione da giovedì 6 gennaio 2022 mentre per il Veneto la data sarà quella del 5 gennaio.

Regole per fare buoni acquisti in vista dei saldi invernali 2022

La prima regola da seguire per fare buoni acquisti durante i saldi invernali 2022 sarà confrontare il cartellino del prezzo vecchio con il nuovo.

Inoltre sarà necessario controllare sempre che i capi siano in buone condizioni e scegliere luoghi in cui poter provare i vestiti. Qualora non dovesse andare bene, infatti, si rischierà di non poterlo cambiare (tale facoltà è infatti a discrezione del commerciante).
Un altro suggerimento sarà poi quello di controllare che la merce in vendita in sconto sia quella stagionale. La legge prevede infatti che in saldo dovranno esserci i prodotti stagionali e non tutti. Si dovrà poi prestare attenzione al prezzo praticato in cassa che dovrà essere lo stesso indicato sul cartellino e si dovrà pretendere di utilizzare la carta di credito qualora il negozio sia convenzionato.
[email protected]

Argomenti: ,