Caldo africano e bolletta elettrica alle stelle? Ecco i consigli per risparmiare fino al 45%

Alcuni utili consigli su come risparmiare fino al 45% della bolletta elettrica in vista del caldo torrido e africano: non solo condizionatori.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Alcuni utili consigli su come risparmiare fino al 45% della bolletta elettrica in vista del caldo torrido e africano: non solo condizionatori.

Nelle giornate di caldo intenso – come quelle che stiamo vivendo – i consumi degli apparecchi elettrici possono essere molto elevati: Giovanni Campaniello, ingegnere ed esperto di efficientamento economico, nonché fondatore di Avvenia, azienda che si occupa proprio di questo settore, ha reso pubblico (qualche tempo fa ma sempre utilissimo) una sorta di decalogo con tutti i consigli più utili per ridurre al minimo il consumo di energia elettrica durante l’estate. Si tratta di suggerimenti a volte originali, ma che possono permettere realmente di risparmiare ed evitare di ricevere una bolletta alle stelle. Si parla di un risparmio che potrebbe arrivare addirittura al 45%. In realtà, molti di questi consigli sono validi per tutte le stagioni – si tratta di buon senso!

Il decalogo per il caldo africano: come risparmiare sulla bolletta elettrica

Ecco qui di seguito il decalogo predisposto per il consumo energetico in periodi di caldo intenso. Come evitare una bolletta elettrica alle stelle in dieci semplici passaggi:

  1. Condizionatore: il consiglio fondamentale è quello di cercare di ridurre al minimo le ore di utilizzazione; innanzitutto, occorre tenere chiuse le finestre nelle ore più calde, ina maniera tale da evitare l’eccesso di calore e dunque l’eccesso di utilizzo del condizionatore; in secondo luogo, occorrerebbe utilizzare soprattutto la funzione a “deumidificatore”, in quanto è proprio l’umidità a far percepire il caldo in maniera ancora più intensa – in questo modo, si possono abbattere i consumi del 75% ed evitare le ricadute sulla salute che un uso eccessivo di aria condizionata porta con sé
  2. Effettuare la doccia nelle ore meno calde, perché la produzione di vapore, dunque di umidità, accresce la percezione del caldo e quindi l’utilizzazione di condizionatori
  3. Cucina, forni e fornelli: per risparmiare energia (elettrica o gas), occorrerebbe utilizzare sempre il coperchio, in quanto i cibi cuociono prima – in questo senso, la pentola a pressione permette di risparmiare fino al 70%; inoltre, a cottura quasi terminata, si possono già spegnere forni e fornelli perché il calore basta a portare a termine la cottura
  4. Frigorifero: cercare di sbrinarli in maniera regolare, in quanto l’efficienza energetica è maggiore con l’elettrodomestico sbrinato; inoltre, occorrerebbe posizionare il frigorifero lontano dal forno per ridurre i consumi del 10%
  5. Lavatrice: innanzitutto, occorre usarle sempre a pieno carico e utilizzando una temperatura che non superi i 30 gradi – si calcola che il 90% dei consumi di una lavatrice sia connesso proprio all’acqua calda e bollente
  6. Televisori e apparecchi elettrici: bisognerebbe non lasciarli mai in stand-by, si calcola che una televisione in stand-by per 21 ore consuma quanto la stessa televisione accesa per 3 ore – il consiglio è di staccare completamente la spina
  7. Acquistare i prodotti che presentano una certificazione di efficienza energetica molto alta: al momento costano un po’ di più, ma nel lungo periodo consentono un grande risparmio, oltreché un minore impatto ambientale
  8. Spegnere sempre le luci quando non si soggiorna in una stanza
  9. Utilizzare soltanto pile ricaricabili: dopo appena la terza ricarica si rientra già nelle spese e il risparmio alla lunga è notevole
  10. Applicare i doppi vetri alle finestre (utile, ovviamente, soprattutto in inverno).

Leggete anche: Aumenti luce e gas: stangata da luglio 2018, ecco di quanto ma come risparmiare?.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Risparmiare